I farmaci normalmente distribuiti direttamente dalle strutture ospedaliere molisane saranno erogati dalle farmacie territoriali. È quanto rende noto una circolare della Direzione generale per la Salute della Regione Molise, la quale autorizza tale forma di distribuzione per «limitare gli spostamenti e ridurre i rischi di contagio per recarsi nelle strutture ospedaliere». La nuova modalità distributiva in vigore fa seguito alla richieste di Federfarma Molise, la quale ha manifestato sin da subito la disponibilità delle farmacie operanti sul territorio regionale alla consegna in farmacia o domiciliare dei medicinali ospedalieri.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Quanto alle modalità operative, la Regione puntualizza che «il medico effettua la prescrizione che dovrà pervenire alla farmacia dell’ospedale di riferimento, secondo le procedure opportunamente concordate con l’ASReM». Dunque, «una volta arrivate al deposito di Campobasso, le buste verranno smistate e recapitate attraverso i canali della normale distribuzione, alle farmacie territoriali». Infine «queste ultime provvederanno alla consegna al paziente finale con le procedure messe in atto dai Comuni o consegnati direttamente dalla farmacia di riferimento, scelta dal paziente, all’utilizzatore finale o ad un suo incaricato».

© Riproduzione riservata