«Mettere a disposizione una piattaforma di e-learning per professionisti sanitari, tra cui farmacisti, studenti universitari di life science, tecnici di laboratorio, imprenditori e pazienti che desiderano formarsi sulla Cannabis Medica». Sono gli obiettivi di Cannabiscienza, neonata startup made in Italy costituitasi per offrire formazione scientifica sul tema. Ne dà notizia la stessa organizzazione, formata da medici, ricercatori, biologi, chimici, farmacisti e figure professionali con differente background formativo. «Considerato il vuoto formativo presente nelle nostre università sulle tematiche sopra menzionate – si legge sul portale -, Cannabiscienza nasce per colmare questo vuoto unendo scienziati che hanno arricchito la letteratura scientifica di riferimento per permetterti di apprendere direttamente da chi la scienza la fa».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

L’iniziativa, con il patrocinio tra gli altri del Cnr, Omceo, Fimmg, Università degli studi di Milano e della Campania, partirà con un’offerta formativa ad-hoc. «Sul portale www.cannabiscienza.it – spiegano gli organizzatori – si può accedere ad offerta formativa composta da 4 corsi e 2 master per rispondere alle necessità dei professionisti medico-scientifici con lezioni teoriche e pratiche, digitalizzando la formazione accademica attraverso corsi online, in base alle possibilità di cura che il sistema legislativo italiano permette». Ciò alla luce di un mercato sempre più fiorente, vista anche la diffusione dell’utilizzo terapeutico della pianta tra i pazienti e lo sviluppo della consapevolezza nella stessa classe medica. «Si stima – conclude la nota – che nel 2018 il valore del mercato della Cannabis ad uso terapeutico in Italia abbia raggiunto i 38 milioni di Euro. Si prevede che il mercato della Cannabis Medica raggiungerà 7,5 miliardi nel 2028».

© Riproduzione riservata