farmacista-bianca-perettiAttraverso un video pubblicato, la farmacista Bianca Peretti ha informato in merito allo stato dell’azione legale avviata contro la trasmissione Striscia la notizia – ed in particolare contro il presentatore tv Ezio Greggio, l’autore Antonio Ricci e l’emittente Mediaset – dopo che nel dicembre del 2017 si era parlato di “rapina legalizzata” in merito all’aumento della tariffa per la dispensazione notturna.
La farmacista ha ricordato di aver chiesto dapprima una mediazione (obbligatoria per questo tipo di cause), che però non è andata a buon fine: «A questo punto la mia querela va avanti. Sarà il giudice a valutare se le mie accuse sono o meno fondate. Spesso nella vita cerchiamo delle soluzioni immediate ai problemi e se non le troviamo ci tiriamo indietro, ma ci sono delle cose che devono essere chiarite. Nella trasmissione di Striscia la Notizia Greggio è stato quantomeno inopportuno nei confronti dei farmacisti, che applicando la tariffa notturna non fanno altro che conformarsi ad una legge dello Stato». «Io non chiedo – prosegue Peretti – che mi venga concessa un’immunità come professionista in caso di errore: se vengo colta a fare qualcosa che non è consentito, non ci sono giustificazioni. Trovo inaccettabile di essere offesa e aggredita per il fatto di comportarmi in modo corretto. Mi sono spesso chiesta se la trasmissione avrebbe mai fatto una cosa simile nei confronti di avvocati o di medici. I farmacisti sono abituati a mandare già le cose, ad accettarle per quieto vivere, ma questo è sbagliato dal mio punto di vista. Ho una dignità professionale che va difesa e non permetto a nessuno di offendermi per ciò che di buono sto facendo».
Sulla vicenda, la nostra testata aveva raccolto numerosi commenti da parte dei lettori, che avevano manifestato il loro sostegno all’iniziativa della farmacista.

© Riproduzione riservata