«Continuare a progredire sulle priorità strategiche e favorire futuri successi», sono i motivi alla base della transizione al vertice di Walgreens Boots Alliance che vede Stefano Pessina lasciare il ruolo di Chief Executive Officer per diventare Executive Chairman del Board una volta che il nuovo Ceo sarà nominato. A farlo sapere è la stessa Wba, la quale rende noto che tale cambiamento rientra nell’ottica di un piano transitorio finalizzato a «trasformare il business per il futuro e rispondere alle rapide evoluzioni del settore della salute».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Più nel dattaglio, Wba fa sapere che «il board of directors inizierà la ricerca di un nuovo Ceo e, al momento della sua nomina, Pessina assumerà il ruolo di executive chairman, mentre James (Jim) Skinner lascerà il ruolo di executive chairman rimanendo come membro del board per facilitare una transizione agevole».

«É stato un privilegio enorme lavorare con Stefano – commenta Skinner -, con il board of directors e con tutti i nostri colleghi. Sono profondamente grato per l’opportunità e per avere la possibilità di continuare a svolgere il ruolo di membro del board in futuro. Insieme, abbiamo fatto diventare la nostra azienda un leader globale della farmacia retail e wholesale. Il settore della salute e i comportamenti dei consumatori continuano ad evolvere velocemente, guardiamo avanti a quando avremo un nuovo CEO con profonda esperienza e competenza per realizzare nuovi successi, mentre entriamo in un nuovo capitolo della lunga e importante storia della nostra azienda».

«Desidero ringraziare i colleghi in tutto il mondo per i grandi risultati ottenuti negli ultimi cinque anni – evidenzia Pessina -, mantenendo il nostro impegno nell’aiutare le persone a vivere in modo più felice e più sano. Continuerò ad essere al servizio dell’azienda come executive chairman e aiuterò in tutti i modi il successo del nuovo chief executive officer. Sono molto felice che Jim ed io continueremo a lavorare insieme all’interno del board e, a nome di tutta l’azienda, esprimo profondo apprezzamento per il grande contributo che ha dato in qualità di executive chairman».

Solo alcune settimane prima Wba aveva reso disponibili i risultati relativi al terzo trimestre dell’anno fiscale terminato il 31 maggio 2020. Secondo i dati pubblicati da Wba, il covid-19 ha avuto «impatto negativo sulle vendite tra $700 e $750 milioni circa, quasi interamente nei business fuori dagli Stati Uniti», mentre il margine lordo «risente dello spostamento da categorie ad alto margine verso categorie a basso margine e dei costi legati alla supply chain».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.