Le farmacie di diverse regioni in Italia si preparano a somministrare il vaccino antinfluenzale per la stagione 2021-2022. Se in alcune aree come il Molise si è ancora nella fase organizzativa, il Lazio preme sull’acceleratore grazie alla consegna delle prime centomila dosi distribuite dalla Regione alle farmacie territoriali. A farlo sapere è stata Federfarma Roma, la quale ha reso noto che alla data della consegna «gli aventi diritto potranno recarsi nella farmacia più vicina senza prenotazione e potranno ricevere gratuitamente la somministrazione del vaccino antinfluenzale». Mentre per le altre fasce di età «i farmacisti devono dare priorità alla fascia 60-65 ma nel caso in cui dovessero avanzare delle dosi inutilizzate, queste verranno impiegate anche per il resto della popolazione, sempre a titolo completamente gratuito».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

I ringraziamenti di Cicconetti alle autorità regionali

Secondo Andrea Cicconetti, presidente di Federfarma Roma, «al momento, abbiamo a disposizione centomila dosi, ad oggi divise in venti dosi settimanali per farmacia. Le farmacie della regione attualmente pronte per fornire anche questo servizio sono circa duecentosessanta ma si tratta di un numero destinato inevitabilmente ad aumentare giorno dopo giorno e settimana dopo settimana, così come già successo per tamponi e vaccini anti-Covid». Dunque, i ringraziamenti di Cicconetti alle autorità regionali: «Tengo personalmente a ringraziare la Regione Lazio, l’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato e il Presidente Nicola Zingaretti per la grande stima che nutrono nel nostro lavoro e nella nostra professionalità. Stima che ci permette, ancora una volta, di dare un aiuto concreto ai cittadini della Capitale e di tutta la regione e di dimostrare quanto sia importante il ruolo delle farmacie all’interno del Servizio sanitario regionale».

Protocollo di intesa tra Federfarma Molise e Regione

Sono diverse, dunque, le Regioni al lavoro per consentire la somministrazione della vaccinazione antinfluenzale in farmacia. Solo alcuni giorni prima era stato siglato il protocollo di intesa tra Federfarma Molise e Regione, per il coinvolgimento dei farmacisti nella campagna vaccinale antinfluenzale per la stagione 2021-2022. In base a quanto stabilito, le farmacie territoriali possono aderire volontariamente alla campagna se dispongono di farmacisti abilitati che abbiano conseguito l’attestato completando il corso Fad organizzato dall’Istituto superiore di sanità. Nello stesso protocollo è stato concordato che «i farmacisti somministreranno il vaccino antinfluenzale in relazione alla fascia di età, alle patologie, alle situazioni di cronicità previste dalla circolare del ministero della Salute n. 14614 del 8 aprile 2021 “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2021-2022”, alla effettiva disponibilità di vaccini, nonché alle modalità logistiche/organizzative per la conservazione e la somministrazione del farmaco».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.