Il 2 luglio 2021, Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona aveva fatto sapere che le farmacie territoriali erano pronte a ricevere nelle proprie sedi il vaccino anti Covid-19 affinché potesse essere inoculato ai cittadini. A distanza di alcune settimane, la stessa organizzazione territoriale ha reso noto che parte questa settimana l’attività delle farmacie. Ciò a margine di un evento tenutosi presso la sede di Federfarma Verona lunedì 19 luglio, alla presenza del sindaco di Verona Federico Sboarina, di Denise Signorelli e Viviana Coffele rispettivamente direttore sanitario e responsabile del Dipartimento prevenzione dell’Azienda Ulss 9 Scaligera, Daniela Voi, responsabile servizio farmaceutico Agec, Germano Montolli, coordinatore Assofarm Veneto, Claudia Sabini responsabile Comitato farmacie rurali di Federfarma Verona.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Prevenzione del Covid-19

Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona, ha evidenziato che «siamo davvero orgogliosi di avere raggiunto un fondamentale traguardo nella campagna di prevenzione al Covid-19 che vede le farmacie in prima linea nel servizio alla cittadinanza, particolarmente importante nei giorni in cui si registra, purtroppo, un notevole incremento dei casi dovuti alla variante Delta. Questa settimana partono subito 15 farmacie, ulteriori 12 si attiveranno dal 26 luglio, mentre tutte le altre 70 farmacie si aggiungeranno in itinere. È fondamentale che il cittadino presti molta attenzione agli allegati e dal canto suo il farmacista, che è stato professionalmente formato dai corsi sanitari dell’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’Azienda Ulss 9 Scaligera e l’Ordine dei Farmacisti della provincia di Verona, seguirà il rigido protocollo della normativa effettuando la vaccinazione solo ai soggetti che la Regione Veneto ha individuato come idonei alla somministrazione del vaccino presso le farmacie».

Soddisfazione del sindaco di Verona

Anche Federico Sboarina, sindaco di Verona, ha espresso la propria soddisfazione: «Ringrazio Federfarma, la sua presidente e i farmacisti veronesi che oggi danno prova di un grande senso di responsabilità. Ci sono tante persone che vogliono vaccinarsi e in questo modo potranno avere il servizio sotto casa. Andare incontro alle esigenze dei cittadini in tema di salute è stato il filo conduttore che ha caratterizzato la collaborazione fra Comune e Federfarma da quando è scoppiata la pandemia. Insieme abbiamo fatto molto, a partire dai tamponi, e adesso è il momento di un altro sforzo perché in questa estate i contagi salgono e le vacanze non devono azzerare i buoni comportamenti».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.