Tutto pronto per gli Stati generali della farmacia italiana, appuntamento annuale che si svolgerà a Roma, giovedì 28 febbraio 2019 presso l’Hotel Rome Cavalieri, con cui Federfarma chiama a raccolta i propri iscritti e nel quale la dirigenza illustrerà i risultati ottenuti, si confronterà con le istituzioni e gli stakeholders ed intavolerà un dibattito con il mondo politico. Sono tre le macroaree attraverso cui si snoderà la giornata. La prima, dalle 15.00 alle 17.30, coinvolgerà i rappresentanti del Consiglio di presidenza, i quali «illustreranno i risultati ottenuti, le opportunità offerte da Federfarma alle farmacie per svolgere al meglio il proprio lavoro e le soluzioni in corso di implementazione nella stessa ottica». Ciò con particolare focalizzazione sulle «farmacie rurali, il supporto alla competitività, la comunicazione e i rapporti con le organizzazioni di settore, i rapporti con l’Europa».

Alle 17.30, sino alle 20.00, sarà la volta del confronto con le istituzioni e i principali stakeholders del settore, su temi di grande attualità, tra cui remunerazione e distribuzione per conto, nuova convenzione farmaceutica nazionale, gestione della cronicità, sostegno alla competitività, ed infine i progetti della neonata Sistema Farmacia Italia. Alle 21.00 invece parte il confronto con il mondo politico, «al quale Federfarma e Federfarma-Sunifar presenteranno le proposte e le sollecitazioni delle farmacie, con la richiesta di dare risposte concrete e di assumere impegni che possano portare alla concreta realizzazione, nei mesi successivi, dei progetti necessari per valorizzare il ruolo delle farmacie stesse». A tal proposito, Federfarma invita calorosamente alla partecipazione, possibile mediante una conferma da anticipare via email scrivendo a statigenerali@federfarma.it oppure chiamando il numero telefonico di Federfarma Roma 064463140. In entrambe le modalità sarà necessario comunicare il numero di partecipanti. Terminati i posti disponibili, le iscrizioni saranno chiuse.

«La farmacia italiana – spiega Marco Cossolo, presidente di Federfarma – dovrà affrontare nel corso del 2019 una serie di sfide complesse ed è fondamentale che le Istituzioni e la Politica siano consapevoli dell’importanza del servizio offerto alla popolazione, ma anche delle difficoltà che comporta il nostro impegno quotidiano a favore dei cittadini su tutto il territorio nazionale, anche nei contesti più critici, come le periferie urbane degradate o i piccoli paesi privi di servizi essenziali».

© Riproduzione riservata