La Società farmaceutica del mediterraneo latino (Sfml), creata nel 1953 ad opera di cattedratici provenienti dalle facoltà di farmacia di Francia, Italia e Spagna, ha l’obiettivo di stabilire una collaborazione scientifica, professionale e spirituale tra i farmacisti dei tre Paesi, organizzando congressi mediante i quali si incontrano studiosi universitari di discipline farmaceutiche, ma anche biologiche e chimiche, nonché professionisti del settore farmaceutico. Ultimo, in ordine cronologico, il congresso svolto dal 20 al 22 settembre 2018 presso la Sala Compagna, Castel dell’Ovo (in via Eldorado, 3) e l’hotel Royal Continental (in via Partenope 38-44), a Napoli, dedicato ai temi dell’aderenza alle terapie ed alla presa in carico del paziente.

In una lettera inviata agli iscritti, il Consiglio direttivo invita i farmacisti «a rinnovare l’adesione alla Società per il 2019 ed a promuovere la nostra associazione presso i colleghi, gli ordini professionali e tutti gli interessati alla valorizzazione della professione del Farmacista nei vari ambiti professionali». Nello specifico, la quota associativa per l’anno in corso è di 30 euro per i soci individuali, mentre di 100 euro per i soci collettivi, come ordini, associazioni ed enti. È possibile versare la quota mediante bollettino postale, sul conto corrente postale n. 86276680, oppure mediante bonifico bancario sull’Iban IT-81-Q-07601-04800- 000086276680, intestati a Società Farmaceutica del Mediterraneo Latino. Per ulteriori informazioni è possibile collegarsi al sito ufficiale raggiungibile al link http://mediterraneolatino.it.

© Riproduzione riservata