La Società italiana farmacisti preparatori (Sifap) ha tratto le somme del suo congresso nazionale, svoltosi quest’anno dal 13 al 19 marzo. Nell’evento, intitolato “Il farmacista preparatore si rinnova”, vi è stata l’occasione di ribadire la funzione di questa professione, quella di fornire un medicinale non altrimenti disponibile, come previsto dalla Risoluzione Europea e dal position paper Sifap-Sifo Formule magistrali, giunto alla seconda revisione. «In tutte le sessioni tecniche, nella settimana dedicata al congresso – spiega Sifap – è emerso come il ruolo delle preparazioni magistrali rappresenti un sostegno imprescindibile alla cura di pazienti per i quali l’industria non ha una terapia ad hoc: dal supporto dermo-cosmetico per il trattamento del paziente oncologico, alla possibilità, sia per il farmacista ospedaliero sia per il farmacista di comunità, di allestire colliri e preparati intravitreali, dall’opportunità di impiegare un preparato fitoterapico di qualità per supportare il paziente in momenti di stress fisico e psicologico, al trattamento dell’animale da compagnia e le possibili cure per l’epilessia di cani e gatti, anche ricorrendo al CBD, ove le terapie tradizionali non abbiano ottenuto il risultato adeguato, fino alla gestione dell’alopecia maschile e femminile, sostenendo il paziente in questo lungo percorso terapeutico».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Gli altri temi affrontati nel congresso

Nella sessione Sifap, sono stati diversi gli interventi di esperti di varie specialità sanitarie, dalla dermatologia alla fitoterapia, dalla veterinaria alla chirurgia plastica. Seguito da un totale di 330 partecipanti, l’evento ha sottolineato il valore fondamentale della collaborazione medico-farmacista-paziente/caregiver, i quali assieme – ognuno con le proprie competenze e responsabilità – possono portare a individuare la soluzione per ottenere il miglior esito della cura. Il convegno ha poi rivisto le modalità e linee guida adottate per fronteggiare l’emergenza sanitaria e ha dedicato una sessione specifica alla cura del bambino, con un focus particolare sull’accesso alle cure, la standardizzazione delle terapie e la rimborsabilità.

I membri del Consiglio direttivo e l’assegnazione del premio Marchetti

Durante il congresso Sifap sono state conferite nuove certificazioni del farmacista preparatore e sono stati annunciti i risultati delle elezioni del Consiglio direttivo della Società, composto ora da: G. Artuffo, B. Bizzaro, M. Castiglioni, A. D’Arpino, M. Fortini, P. Minghetti, C. Violante. Il Collegio dei probiviri è invece costituito da: P. Cicconetti, M. Dalfino Spinelli, S. Messana, mentre C. Porcu e D. Zanon sono i membri del Collegio dei revisori dei conti. È infine stato assegnato il premio Marcello Marchetti, riconoscimento professionale da sempre assegnato nei congressi Sifap, conferito quest’anno a Cosimo Violante, socio fondatore dell’associazione «per aver contribuito con il suo costante impegno alla crescita e promozione di una galenica di qualità» e a Marco Fortini «per il suo rigore nell’approccio scientifico e per il costante impegno nel promuovere e sostenere la preparazione in farmacia anche attraverso innovativi sistemi di valutazione della qualità».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.