L’accomandatario di una sas titolare di una parafarmacia può partecipare al concorso? E qualora risultasse vincitore di una farmacia, deve cedere la sua quota nella sas?

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

La posizione di socio accomandatario di una sas titolare di parafarmacia non impedisce certo la partecipazione al concorso straordinario, ed anzi i bandi prevedono espressamente che i titolari e i collaboratori di una parafarmacia (ed evidentemente anche i soci della società intestataria di quest’ultima) possano concorrere.

Inoltre, nel caso di assegnazione di una sede, sia in forma individuale che associata, egli non dovrà cedere tale sua partecipazione sociale, trattandosi appunto di una parafarmacia per la quale non sono infatti configurabili i vincoli e/o le incompatibilità riguardanti la farmacia, e non possono costituire pertanto un pericolo né l’ormai famigerata nota ministeriale e neppure le varie elucubrazioni che vi sono contenute.

Stefano Lucidi

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.