congresso-mondiale-di-sanita-pubblicaIl Congresso Mondiale di Sanità Pubblica del 2020 si terrà a Roma: «un grande onore e un riconoscimento al nostro servizio sanitario e alla credibilità delle politiche sanitarie nel nostro Paese», come ha commentato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin in seguito alla diffusione della notizia della World Federation of Public Health Association. La Federazione mondiale ha scelto all’unanimità la proposta presentata dalla Società Italiana di Igiene e in particolare dal suo Past-President Carlo Signorelli e dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi, con il patrocinio del Ministero della Salute, dell’Iss, di Farmindustria, della Regione Lazio, del Comune di Roma e di diverse altre associazioni e società scientifiche nazionali. La candidatura italiana ha superato quelle di Cina, Sud Africa e Regno Unito, che ambivano a organizzare il congresso del 2020.
Dal 3 al 7 aprile 2017 una delegazione nazionale della SItI sarà presente a Melbourne, in Australia, alla 15esima edizione della World Congress of Public Health che precederà l’evento italiano. Al Congresso, a cadenza triennale, partecipano circa tremila delegati di tutti i continenti. Si tratta di un forum internazionale in cui è possibile scambiare idee, conoscenze ed esperienze in materia di sanità pubblica: ricercatori, professionisti, docenti universitari, politici, rappresentanti dell’industria e studenti provenienti da tutto il mondo si riuniscono in questo grande evento che mira alla tutela e alla promozione della salute a livello mondiale. Soddisfatta di questo riconoscimento la Società Italiana di Igiene, il cui presidente Fausto Francia, che già aveva ipotizzato la prescelta sede romana durante l’Assemblea generale della WFPHA svoltasi a Ginevra lo scorso 22 maggio, parla di «un indubbio successo che rafforza l’immagine a livello nazionale e internazionale e testimonia il patrimonio di credibilità di cui godono gli igienisti italiani». «Dopo le presidenze della UE e del G7 e l’assegnazione all’Italia dell’Assemblea Generale della Regione Europea dell’OMS nel 2018, – ha aggiunto Beatrice Lorenzin attraverso un comunicato del Ministero – questo evento rappresenta un ulteriore consolidamento dell’Italia quale paese leader del mondo per le politiche di sanità pubblica».

© Riproduzione riservata