Si è svolto con successo l’incontro tra la Federazione nazionale parafarmacie italiane (Fnpi) e il Movimento nazionale liberi farmacisti (Mnlf) con l’Associazione nazionale medici veterinari italiani, sigla di rappresentanza dei professionisti della sanità animale. «Durante l’incontro – si legge in un comunicato -, in un’atmosfera di reciproca stima professionale, sono state gettate le basi per sviluppare progetti di collaborazione sulla Rev, sull’uso dei farmaci e procedure di alert, nonché sistemi di reciproca informazione sulla momentanea assenza di principi attivi nel canale distributivo». Ciò anche per il motivo che per i «farmacisti di vicinato il farmaco veterinario è un grande valore aggiunto che ci professionalizza e ci avvicina a quella idea di farmacista libero a cui auspichiamo».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

In tale ottica, le sigle evidenziano che «essere apprezzati per la nostra professionalità e impegno sul territorio dai medici veterinari ci conferma come i farmacisti di parafarmacia in questi dieci anni hanno lavorato bene, spinti anche dalla voglia continua di professionalizzarsi ed essere un punto di riferimento per il cliente/paziente (anche per quello a 4 zampe)». Nell’occasione dell’incontro, le sigle evidenziano il rammarico dovuto alla «poca considerazione» che la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani abbia avuto degli esercizi di vicinato. Per questo, evidenziano le sigle, «auspichiamo un maggior coinvolgimento nelle future iniziative di Fofi».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.