Anche qui la risposta è affermativa; la preclusione decennale opera solo a carico di chi abbia trasferito (anche mediante conferimento in una società da lui stesso partecipata) un esercizio condotto – ma quale titolare – in forma individuale, mentre qui, se il quesito è stato ben compreso, l’erede, pur farmacista, non ha mai assunto durante la gestione ereditaria la titolarità dell’esercizio.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.