cardiopain

cardiopainIl Centro Interdipartimentale di Ricerca in Farmacoeconomia e Farmacoutilizzazione (CIRFF) dell’Università di Napoli Federico II presenta, martedì 15 dicembre 2015, alle ore 11.00, presso il Dipartimento di Farmacia dell’ateneo federiciano (via Domenico Montesano 49), il progetto “CardioPain”.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Oggigiorno, l’insostenibilità dei sistemi sanitari impone di promuovere strategie volte al recupero dell’efficienza attraverso azioni finalizzate a valutare l’appropriatezza degli interventi in sanità.
Il progetto CardioPain è un esempio pratico e concreto della realizzazione di uno strumento di policy, a supporto dei decisori politici, per il conseguimento dell’appropriatezza d’utilizzo, di minori ricoveri inappropriati e della razionalizzazione della spesa sanitaria.
In particolare, il progetto CardioPain ha l’obiettivo di ottenere la riduzione delle prescrizioni inappropriate dei FANS nel paziente cardiopatico così come richiesto dalla nota AIFA 66.
Il progetto consiste nell’adozione della scheda CardioPain da allegare alla SDO in quei pazienti dove, secondo quanto riportato nella nota AIFA 66, l’utilizzo di FANS e/o Coxib è controindicato e/o sconsigliato. In particolare, a seconda della diagnosi di patologia cardiovascolare rilevata si affianca un semaforo rosso o giallo che ricorda le limitazioni che quella specifica diagnosi comporta nell’uso di FANS.

Lo strumento CardioPain, nato nel 2013 su inziativa del Dr. Raffaele Rotunno, Primario del reparto di Cardiologia UTIC dell’ospedale di Roccadaspide, e successivamente implementato dal CIRFF dell’Università degli studi di Napoli Federico II, dopo aver ricevuto il plauso dell’AIFA sta riscontrando l’interesse e l’approvazione da parte di diverse strutture sanitarie. Ad oggi, gli ospedali che hanno deciso di adottare il modello di dimissione ospedaliera proposto sono circa 80 in tutta Italia.
Inoltre, in Regione Campania, grazie al Dirigente dell’Unità operativa del farmaco Dott. Nicola D’Alterio, lo strumento di policy creato si è tradotto in un atto deliberativo volto a promuovere l’adozione della scheda CardioPain, a livello ospedaliero, e la divulgazione della stessa a tutti gli operatori sanitari ,a livello territoriale, al fine di promuovere e divulgare l’appropriatezza terapeutica e prescrittiva.

All’evento interverranno il professor Ettore Novellino, Direttore del Dipartimento di Farmacia, il dottor Enrico Coscioni, Delegato alla Sanità della Regione Campania, il dottor Gaetano Piccinocchi, Segretario Nazionale Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e il dottor Michele Di Iorio, Presidente Federfarma Campania.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.