A meno di un mese dall’annuncio di un’alleanza tra professionisti della salute, per far fronte alle esigenze in seno al Ssn, l’idea di aggregare circa 1.498.000 iscritti agli Ordini, tra questi 97.000 farmacisti, prende piede attraverso l’organizzazione, per il 23 febbraio 2019 a Roma, di un’assemblea nazionale.

«I presidenti degli Ordini e delle Federazioni nazionali – si legge in una nota -, che rappresentano i circa 1,5 milioni di professionisti (più del 3% della popolazione italiana) che si occupano quotidianamente della salute dei cittadini, apriranno, con un manifesto condiviso e sottoscritto da tutti, una riflessione che guiderà il futuro dopo i primi 40 anni del Ssn e si concentrerà sui temi caldi della sanità, dalla spesa al regionalismo differenziato, dalla mobilità ai rischi per la salute che generano i “vuoti” di personale e servizi, per costruire, per la prima volta tutti insieme, un rapporto continuativo di confronto costruttivo e di proposte condivise».

Nella giornata saranno presentate una serie di proposte, «che tutti i professionisti della salute costruiranno, anche con un confronto diretto con le istituzioni, per la gestione di personale e servizi». Ciò al fine di «garantire universalità e uguaglianza al Servizio sanitario nazionale». L’assemblea degli Ordini e delle Federazioni nazionali si svolgerà al Teatro Argentina di Roma (Largo di Torre Argentina, 52) il 23 febbraio 2019 dalle 9,30 alle 14,00 e sarà aperta anche alle società scientifiche e alle rappresentanze sindacali delle varie professionalità e naturalmente alla stampa.

© Riproduzione riservata