Lo scorso aprile la Cooperativa esercenti farmacia (Cef) aveva annunciato la commercializzazione di una linea di prodotti a marchio con la finalità di portare alle farmacie affiliate vantaggi in termini di marginalità ma anche di fidelizzazione della clientela. Nel dettaglio, 16 referenze del comparto cosmetico, 14 prodotti per la stagione estiva, a cui seguiranno a settembre altri 18 per l’autunno-inverno. In vista dell’estate, Cef ha fatto sapere che sono state avviate diverse iniziative in direzione del raggiungimento di tali obiettivi. «Sono già partiti i corsi di formazione rivolti ai farmacisti – spiega la cooperativa – per aggiornarli sui contenuti scientifici e tecnici della linea». In aggiunta a ciò, Cef ha fatto sapere che «a giorni partirà anche la comunicazione al grande pubblico, con una campagna sul Corriere della Sera e massicce uscite sui social e sull’app del network», oltre che a iniziative mirate su diverse testate a diffusione locale.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Investimenti in formazione e pubblicità

Alessandro Orano, direttore generale di Cef, ha commentato favorevolmente la progettualità in corso: «Investiamo in formazione e pubblicità – ha evidenziato il dirigente – perché crediamo nella nostra linea a marchio, per la quale abbiamo importanti progetti. Con questi investimenti la Cooperativa dimostra di riporre grande fiducia nella sua linea a marchio, per la quale abbiamo progetti a lungo termine sicuramente ambiziosi. Crediamo nel brand Cef perché crediamo nella farmacia italiana, alla quale proponiamo una linea di prodotti che non soltanto dà nuovi contenuti al consiglio del farmacista, ma soprattutto sviluppa in senso verticale la fedeltà del cliente verso i valori del nostro network “+bene/Cef – La Farmacia Italiana”».

Consolidamento della fedeltà del cliente-paziente

Lo scorso aprile, in occasione del lancio dell’iniziativa, Vittorio Losio, presidente di Cef, aveva evidenziato che mediante il progetto in atto si intenzione di consolidare «la fedeltà del cliente-paziente al brand, con una gamma di prodotti di qualità scelti e consigliati dai farmacisti in cooperativa». Tutto ciò «in un contesto nel quale è sempre più strategico per la farmacia disporre di una propria marca privata. I prodotti della linea Cef – aveva sottolineato Losio – vantano un rapporto qualità-prezzo assolutamente competitivo e assecondano l’intervento del farmacista: abbiamo volutamente scelto referenze e gamme per le quali il cliente chiede più spesso un consiglio e preferisce la farmacia ad altri canali di vendita».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.