Garantire la misurazione della pressione ai pazienti, effettuare la compilazione di questionari specifici e monitorare l’aderenza alle terapie. Sono i principali obiettivi del progetto «Prendila a cuore», partito nelle farmacie aderenti delle province di Milano, Lodi e Monza-Brianza, frutto di una collaborazione tra Federfarma Lombardia e Fondazione Muralti, con la partnership scientifica del Centro Cardiologico Monzino Ircss e con il grant incondizionato del colosso giapponese Daiichi Sankyo. Il percorso che ha la finalità di promuovere l’aderenza terapeutica in area cardiovascolare, vedrà la partecipazione attiva di farmacisti a programmi di aggiornamento e formazione.

«Siamo lieti di collaborare – evidenzia Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia – con una grande azienda come Daiichi Sankyo, da sempre sensibile, come noi, al tema della cronicità». In aggiunta a ciò, evidenzia la dirigente, «all’interno del nuovo modello di presa in carico del paziente cronico in Lombardia, la farmacia svolge un ruolo fondamentale come referente di prossimità nella gestione della terapia quotidiana. È perciò importante che il farmacista, per la sua formazione permanente, segua un continuo aggiornamento professionale sulle patologie cardiovascolari, in forte aumento negli ultimi vent’anni».

Lo scorso giugno il sindacato territoriale aveva reso noto che nelle 2.909 farmacie lombarde sarebbe stato possibile rinnovare le esenzioni del ticket per malattie croniche e rare per l’acquisto di farmaci, per un totale di cinque diverse esenzioni. «Le farmacie lombarde – aveva dichiarato Annarosa Racca – collaborano attivamente con Regione Lombardia alla ricerca del miglior servizio per il cittadino. Per il cittadino rivolgersi alla farmacia sotto casa, al farmacista di fiducia, è diventato – come per altre attività sanitarie – un approccio ai servizi di Regione Lombardia semplice e pratico».

© Riproduzione riservata