Emilio Croce, presidente Ordine dei farmacisti di Roma

Si è tenuto a Roma, giovedì 2 dicembre 2021, nella cornice del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico Universitas Aromatariorum Urbis a Roma, la tavola rotonda “La professione del farmacista negli anni che verranno tra nuove competenze, nuovi servizi e innovazione” voluta dall’Ordine dei farmacisti di Roma, occasione in cui sono stati consegnati gli attestati di benvenuto ai farmacisti neoiscritti all’Albo. L’Ordine di Roma ha fatto sapere che «l’obiettivo è di dare spazio agli scenari futuri, anche con un segnale riferito alle conseguenze prodotte dal Covid-19 sul servizio farmaceutico, che ha visto i farmacisti impegnati nel vivo del territorio, inevitabilmente coinvolti nel contrasto della pandemia, punto di riferimento e prima linea di difesa dei cittadini».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Croce: «Farmacia riprenda vocazione originaria»

La moderazione è stata affidata a Emilio Croce, presidente dell’Ordine di Roma. Sono intervenuti Carlo Della Rocca, preside della Facoltà di Farmacia e Medicina dell’Università Sapienza, Achille Iachino, direttore generale dei Dispositivi medici e del Servizio farmaceutico del ministero della Salute, Massimo Gaiotto, componente giunta Farmindustria, Guido Carpani, direttore generale Fofi, e Marco Lazzaro, direttore generale Enpaf. Nel corso dei lavori, Emilio Croce, presidente dell’Ordine dei farmacisti di Roma, ha sottolineato come la farmacia debba ripercorrere «la vocazione originaria, quella del farmaco, perché altrimenti ci troviamo con dei professionisti un po’ spiazzati». Secondo Croce «le cose del momento fanno colpo ma va ristrutturato il piano di studi». Ciò in collaborazione con le facoltà di farmacia. Si rimanda alla visione del video integrale.

Il link alla registrazione integrale

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.