Omeoimprese, associazione dei produttori e distributori di medicinali omeopatici e antroposofici in Italia, vedrà Giovanni Gorga, direttore degli Affari istituzionali di Guna Spa, alla propria presidenza per un ulteriore mandato. È quanto annunciato dalla stessa associazione che con l’occasione rende noto l’ingresso di Boiron Italia tra gli associati.

«La presenza di Boiron Italia all’interno dell’associazione – spiega Gorga – sono certo possa dare un ulteriore contributo anche al riconoscimento culturale di questa medicina e di questi farmaci che in Francia, così come in altri Paesi d’Europa, sono parte integrante delle politiche sanitarie». Con questo proposito, «i prossimi 4 anni, oltre che vedere la conclusione di questo processo di regolamentazione, dovranno essere anni importanti e decisivi per dare la giusta collocazione alla medicina omeopatica all’interno del panorama medico-scientifico italiano».

Anche Silvia Nencioni, presidente e amministratore delegato della filiale della multinazionale francese, ha espresso soddisfazione: «Assistiamo oggi a ripetuti tentativi di delegittimazione dell’omeopatia; questo clima, che rischia di creare sfiducia tra i pazienti e gli operatori della salute, ci ha portati a riflettere su cosa fosse utile fare. Nello stesso momento, e facciamo fatica a pensare che non ci sia un nesso, siamo in dirittura d’arrivo per quel che riguarda l’ufficializzazione dei medicinali omeopatici in Italia, grazie al lavoro che l’agenzia del farmaco sta facendo e che si concluderà quest’anno con il rilascio delle Aic».

© Riproduzione riservata