concorso farmacie campaniaL’avvenuto sblocco dell’iter relativo al concorso straordinario per l’assegnazione di nuove sedi farmaceutiche nel territorio della regione Campania rappresenta una buona opportunità di lavoro per i giovani laureati. A spiegarlo è stato il presidente dell’Ordine dei farmacisti di Avellino, Ettore Novellino, che in un’intervista concessa all’emittente televisiva Canale 58 ha sottolineato come il concorso si rivolga di fatto «principalmente ai giovani, ed è per questo che potrà contribuire a risolvere in parte i problemi occupazionali che riguardano anche la nostra categoria».
«In provincia di Avellino – ha aggiunto – riscontriamo una crescita del numero di iscritti all’Ordine che risulta essere al di sopra di quella che può essere assorbita in modo fisiologico. È per questo che la possibilità di trovare nuove possibilità per cominciare a lavorare consente di diminuire quelli che sono i periodi di attesa tra la laurea e un’occupazione stabile. Una volta queste attese erano in media di 3 o 4 mesi, mentre negli ultimi anni si sono allungate fino a superare, oggi, un anno».
Novellino ha poi parlato dello «sblocco del turn-over, che riguarda i farmacisti impegnati nella aziende sanitarie locali. In termini numerici essi si contano in una ventina o una trentina di persone. Quindi ci potremmo attendere, con lo sblocco, 3, 4 o 5 nuove assunzioni». Numeri meno “pesanti” rispetto a quelli dei concorsi: «Sia quello straordinario che quello ordinario – ha concluso il presidente dell’Ordine di Avellino – possono dare un impulso più ampio».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

© Riproduzione riservata