Fornire agli studenti «la ‘cassetta degli attrezzi’ adeguata», al fine di «affrontare le sfide del presente». È stato questo l’obiettivo primario dell’incontro «Il farmaco dalla ricerca di base alla terapia: sinergie tra accademia e impresa realtà e prospettive occupazionali del settore farmaceutico», svolto lunedì 20 maggio 2019 all’Università degli studi di Milano, organizzato dalla Società italiana di farmacologia (Sif) e Farmindustria, asociazione delle imprese del farmaco. Nel corso dell’evento è stata enfatizzata l’importanza della collaborazione pubblico-privato, al fine di «promuovere la ricerca scientifica alla valenza sociale, scientifica ed economica del settore, in particolare del biotech». Inoltre, è stato evidenziato «come trasformare il sapere in impresa attraverso il processo di trasferimento tecnologico che ha bisogno di essere implementato», ciò «senza dimenticare di illustrare anche le prospettive occupazionali che le aziende del farmaco sono in grado di offrire».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Nel corso dell’evento è stata presentata «Innovation Flow», piattaforma che consente di far conoscere alle imprese, ai venture capitalists e alla comunità scientifica le ricerche più avanzate in campo di trasferimento tecnologico e creare occasioni di investimento. «Non è quindi semplicemente un evento formativo – sottolinea Alessandro Mugelli, presidente Sif – ma un momento in cui si incontrano coloro che creano il sapere, ricercatori e accademici, con coloro che il sapere lo mettono a reddito, vale a dire imprenditori e persone dotate della capacità di trasformare la conoscenza in possibilità per la società civile: lo insegneremo agli studenti e lo mostreremo agli investitori». Secondo Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, «mentalità flessibile, adattamento veloce e formazione continua», sono «i tre ‘trucchi’, uniti a curiosità intellettuale e valorizzazione delle differenze, da insegnare ai giovani. Incontri come questi sono fondamentali per trasmettere l’idea di “imparare a imparare”».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.