«È fatto divieto ai medici di prescrivere ed ai farmacisti di eseguire preparazioni galeniche contenenti metilrosanilinio cloruro (violetto di genziana)». È quanto disposto dall’articolo 1 del decreto 1 giugno 2021 del ministero della Salute, recante «Divieto di prescrizione e di esecuzione di preparazioni magistrali contenenti la sostanza metilrosanilinio cloruro (Violetto di genziana)», pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 17 giugno 2021. Il provvedimento si è reso necessario «vista la nota prot. n. 24022 del 10 marzo 2021, relativa all’aggiornamento di sicurezza sull’uso del violetto di genziana, a mezzo della quale l’Agenzia italiana del farmaco, acquisito il parere della Commissione consultiva tecnico-scientifica espresso nelle sedute del 10, 11 e 12 febbraio 2021, ha suggerito l’emanazione di un provvedimento di divieto di prescrizione e di allestimento di preparazioni galeniche e magistrali a base di metilrosanilinio cloruro (violetto di genziana), in quanto il rischio di cancerogenesi connesso all’uso della sostanza in questione, seppure probabilmente non elevato, non è bilanciato da una necessità terapeutica».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

La revisione del ministero della Salute canadese

La limitazione è stata dovuta inoltre «vista la nota prot. n 92224 del 24 agosto 2020 a mezzo della quale l’Agenzia italiana del farmaco ha segnalato che nel giugno 2019 il ministero della Salute canadese, a seguito di una revisione di sicurezza dei prodotti contenenti violetto di genziana ad uso umano e veterinario ha concluso che, come per le altre sostanze cancerogene note, non esiste un livello sicuro di esposizione e, pertanto, qualsiasi esposizione a questo prodotto rappresenta un potenziale rischio». Si rimanda alla consultazione dell’atto integrale nella sezione “Documenti allegati”.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.