“La Farmacia Intelligente” è il nuovo modello “Future Ready” di Farmacia Digitale che New Line Digital Signage presenterà in occasione di Cosmofarma 2022 «per accompagnare i farmacisti alla transizione digitale». A fornire i dettagli è la stessa azienda, la quale ha reso noto che si tratta di «un insieme di prodotti e servizi digitali che convergono in modo intelligente». Tra i benefici «ridurre la distanza tra il farmacista e il suo cliente/paziente». In tale direzione «La Farmacia Intelligente intercetta il cliente/paziente su più touch points digitali: sui social, davanti alla vetrina della farmacia grazie alle tecnologie che permettono di comunicare in modo personalizzato con il passante, o grazie ad assistenti virtuali collocati in farmacia come punti informativi».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

I dettagli del progetto

Tra le finalità dell’iniziativa, inoltre, «generare dati proprietari dai servizi e prodotti digitali che il farmacista mette in campo, questi permettono di anticipare i bisogni dei clienti/pazienti con offerte personalizzate, iniziative, contenuti ad hoc quelli che veramente il cliente si aspetta, ma anche di misurare l’efficacia della comunicazione», ma anche «proporre, una maggiore attenzione alla sostenibilità digitale con una presenza on line e contenuti digitali minimal che abbattono le emissioni di CO2».

I motivi che rallentano il digitale

Secondo Mauro Bombini, amministratore delegato di New Line Digital Signage, «ci sono ancora sacche di farmacie che resistono al cambiamento del digitale per tre motivi, in ordine d’importanza». Tra questi «la complessità della tecnologia, il farmacista è ancora troppo concentrato sul funzionamento e poco sui benefici». Il dirigente sottolinea che «crediamo che il digitale ci allontani e questo è un errore, perché la pandemia ci sta dimostrando che in realtà il digitale ci ha salvato». Per Bombini «ultima ragione è che Il farmacista teme che una farmacia digitale lo allontani dai clienti e pazienti più anziani, e anche questo è un errore di valutazione perché i dati ci raccontano invece un’impennata delle tecnologie e dei servizi digitali proprio sugli over 65».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.