Come riportato ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, tra gennaio e febbraio gran parte delle farmacie sul territorio nazionale ha registrato un’impennata della richiesta di mascherine monouso, tale da portare ad una carenza a monte della filiera. Quali sono i fatturati relativi a ciò che si è movimentato nel periodo? A fornire un quadro chiaro sugli andamenti è Iqvia, provider globale di informazioni in ambito sanitario e farmaceutico, secondo cui «le vendite di mascherine hanno iniziato a crescere nella settimana del 20 gennaio, più che quadruplicando rispetto alla settimana precedente, passando da un fatturato di 42 mila euro a 180 mila euro». Più nel dettaglio, «nella settimana del 27 gennaio – spiega Iqvia – hanno registrato un ulteriore aumento del 113% arrivando a fatturare 385 mila euro. Il valore medio settimanale delle vendite di mascherine in farmacia nelle settimane precedenti alle notizie riguardo al coronavirus Covid19 era di circa 30 mila euro».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Secondo Iqvia «questi aumenti sono evidenti su tutto il territorio nazionale, ma particolarmente al Sud e nelle Isole dove le vendite di mascherine sono aumentate da 35 mila euro nella settimana del 20 gennaio a 122 mila euro nella settimana del 27 gennaio, un aumento del 250%. Mentre nelle altre aree l’aumento maggiore c’è stato nella settimana precedente, per esempio, nel Nord ovest si è passati da 13 mila nella settimana del 13 gennaio a 62 mila nella settimana del 20 gennaio (+377%). Nel nord est da 8 mila euro nella settimana del 13 gennaio a 33 mila nella seguente (+313%) e al Centro da 9 mila a 50 mila (+427%)». Quanto al prezzo medio di una confezione di mascherine, differentemente da altri canali, secondo Iqvia in farmacia «si è mantenuto costante nel periodo dicembre 2019-gennaio 2020».

Infine, una parentesi riguarda gli igienizzanti per le mani, differente categoria di prodotti che subisce degli andamenti analoghi. Iqvia spiega in proposito che «nella settimana del 27 gennaio sono cresciuti del 328% rispetto alla settimana precedente, con un fatturato totale in quella settimana di 561 mila euro. Nel periodo da novembre a metà gennaio, il fatturato medio settimanale di questi prodotti era di 68 mila euro». La collocazione territoriale vede i maggiori aumenti nella settimana del 27 gennaio: «Al Nord ovest +298% a 151 mila euro, al Nord est +290% a 86 mila euro, al Centro +412% a 191 mila euro e al Sud e Isole +291% a 133 mila euro. Mentre – conclude Iqvia – i prezzi medi sono sostanzialmente stabili».

© Riproduzione riservata