Secondo l’ultima rilevazione a cura di FarmaciaVirtuale.it, nel mese di marzo 2018 vi è stato un boom nel numero di esercizi autorizzati alla vendita online di Sop e Otc. Si tratta di 31 nuove attivazioni, suddivise tra 24 farmacie e 7 parafarmacie. Ciò dopo che nei mesi precedenti il numero totale delle attivazioni si era fermato a 776 (646 + 130) di febbraio e 772 (643 + 129) a gennaio. Tuttavia, secondo quanto emerge da un rapporto pubblicato in occasione della Giornata mondiale della salute, dall’Osservatorio farmaci e parafarmaci di Trovaprezzi.it, principale comparatore di prezzi online in Italia, a registrare numeri record in termini di ricerche online e quindi di acquisti, è il mercato degli integratori e dei prodotti salutistici. «Con oltre 6 milioni e 700 mila ricerche nel 2018 – si legge nel rapporto – e un incremento costante a partire dal 2016 (erano 4 milioni), il mercato degli integratori e dei coadiuvanti registra un boom di interesse tra gli italiani che appaiono sempre più inclini a ricorrere al web anche per l’acquisto di prodotti destinati alla salute e alla prevenzione». Nello specifico, «analizzando gli ultimi 3 anni (dal 2016 al 2018), i dati di Trovaprezzi.it evidenziano una maggiore propensione alla spesa da parte degli italiani per tutti i prodotti indispensabili per il proprio benessere e salute (oltre 10 milioni e 500 mila ricerche nel 2018)». Tra questi, si legge, «oltre agli ottimi risultati di integratori e coadiuvanti, riscuotono interesse anche i più vari “prodotti salute”, per i quali le ricerche sono passate da circa 1 milione e 600 mila del 2016 a oltre 3 milioni e mezzo nel 2018».

Segno negativo invece per i prodotti erboristici. Secondo quanto evidenziato nel rapporto, infatti, «un calo nelle ricerche online si è registrato invece per i prodotti erboristeria, molto più in voga qualche anno fa rispetto ad oggi (-24% di ricerche nel 2018 rispetto al 2017, con quasi 284 mila ricerche), seppure il numero di offerte su Trovaprezzi.it sia aumentato notevolmente, passando dalle quasi 20 mila del 2016 alle 46 mila del 2018». Con riferimento al numero di offerte pubblicate dagli esercenti sui vari negozi online, il rapporto spiega che vi è un «significativo incremento del numero di offerte rilevato, oltre che dal +73% già evidenziato di erboristeria, anche nelle altre categorie interessate presenti su Trovaprezzi.it: +52% e +58% è stata la crescita della quota di offerte rispettivamente per integratori e coadiuvanti e per prodotti salute nel 2018 rispetto al 2017». Trend che probabilmente conferma una dinamica del tutto territoriale, secondo cui aumenta la pressione competitiva intra ed extra-canale.

Venendo ai dati qualitativi, le donne battono gli uomini in termini di numero di ricerche, ciò «con quasi 7 milioni di ricerche totali nel 2018 rispetto ai circa 3 milioni e 600 mila degli uomini – in particolare con età compresa tra i 35 e i 44 anni». Mentre, dando uno sguardo alla localizzazione geografica della provenienza delle ricerche, «Lombardia (oltre 2 milioni e 600mila ricerche) e Lazio (2 milioni e 100mila) primeggiano tra le regioni più attive nel 2018, seguite da Campania e Emilia Romagna». Chiude la classifica la Valle d’Aosta, con poco più di 3 mila ricerche. A livello di città, vincono i grandi centri urbani, con «oltre a Milano e Roma, sempre in testa alle ricerche con 557 e 502 ricerche per 1000 abitanti, si distinguono al Centro-Nord Bologna e Firenze (rispettivamente con 298 e 251 ricerche per 1000 abitanti) e Palermo e Napoli al Sud (196 e 158 ricerche per 1000 abitanti). Tra i prodotti più ricercati, «gli integratori alimentari del genere di Armolid Plus in compresse, dell’Orac Spice a base di curcuma, chiodi di garofano, cannella e pepe nero, e del Magnesio Supremo solubile», mentre, per i prodotti salutistici e i farmaci da banco, rientrano «alcool etilico, farmaci preventivi e curativi di sintomi influenzali, ma anche gocce per sinusite di origine batterica, compresse vasoprotettrici e prodotti per il trattamento delle micosi».

© Riproduzione riservata