Il gruppo tedesco Phoenix, specializzato nella fornitura di servizi sanitari, in Italia presente con Comifar, ha pubblicato il proprio rapporto finanziario per l’anno fiscale 2018/2019. Nel quale sono contenute cifre in sensibile crescita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La performance operativa totale è stata infatti pari a 33.045 milioni di euro, in aumento del 4,8% rispetto all’anno fiscale 2017/2018. I ricavi sono stati inoltre pari a 25.812 milioni, con un incremento in questo caso del 3,6%. Mentre l’EBITDA (utile consolidato prima degli interessi, delle imposte, degli ammortamenti) è risultato pari a 471,1 milioni.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Nel documento, la società delinea anche il proprio programma di investimenti in Europa, citando anche il nostro Paese: «Il nostro focus è finalizzato ad ottenere un sostanziale incremento della produttività». In questo senso viene citato il caso della città di Køge, in Danimarca, nella quale Phoenix sta costruendo un centro logistico per l’Europa settentrionale, che sarà completato nel corso della seconda metà del 2019. «Nel primo trimestre 2018/19 abbiamo anche avviato le attività di un sito automatizzato a Tampere, in Finlandia. E stiamo investendo nell’ingrosso ad alta automatizzazione anche a Praga, in Repubblica Ceca. Mentre in Germania e Italia stiamo installando numerosi sistemi di automazione nei nostri centri di distribuzione. Ciò consente di ridurre i costi e di aumentare il grado di efficienza. Ulteriori investimenti nell’anno fiscale appena trascorso sono stati effettuati poi al fine di implementare la direttiva sui farmaci contraffatti che è entrata in vigore in Europa il 9 febbraio. Ci siamo conformati ad essa con tutte le nostre unità di business e la consideriamo un’importante misura finalizzata alla protezione dei pazienti».

Il gruppo ha inoltre spiegato di aver effettuato 118 formazioni a 14 diverse tipologie di studenti, alla data del 1 ottobre 2018: «La nostra compagnia propone un avvio di carriera con un apprendistato in un’azienda in commercio all’ingrosso e estero. Nell’anno fiscale 2018/2019 degli studenti hanno potuto effettuare questa esperienza in Italia e in Ungheria». Di recente Phoenix ha festeggiato 25 anni di attività: «Il fatto di essere riusciti ad ottenere questo tipo di sviluppo in questo lasso di tempo, tanto da essere diventati un leader in Europa nel campo della fornitura di servizi sanitari, nel momento in cui si era partiti da quattro grossisti farmaceutici regionali, non rappresenta di certo un risultato scontato», ha commentato Oliver Windholz, Chief executive officer del gruppo. Ciò pochi mesi dopo aver aperto la farmacia numero 2.500.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.