Si è tenuta a Roma, mercoledì 25 settembre, presso la sala piccola promoteca “Laudato Si” del Campidoglio, la presentazione dell’associazione professionale FuturPharma. Tra i presenti alla giornata di presentazione Rossana Matera, presidente dell’associazione, Claudio Biagi, responsabile sviluppo progetti, Alessandro Diotallevi, avvocato, Nunzio Giuseppe Nicotra, segretario dell’associazione, ma anche i principali rappresentanti delle associazioni sindacali di categoria, tra cui Fofi, Federfarma, Assofarm, Laziofarna e Farmeglio. «FuturPharma – spiega Rossana Matera – è un’associazione che ha una nuova visione della figura del farmacista, con la volontà di ritrovare per questa professione una nuova identità». Tale esigenza, evidenzia Matera, «nasce dalla voglia di dare alle persone un servizio professionale e produttivo più vantaggioso e per fare questo è necessario unire tutta la categoria dei farmacisti». Per questo motivo, bisogna «vedere il farmacista come un professionista del farmaco, completamente diversa da come appare oggi agli occhi dei cittadini, che spesso lo associano a dinamiche commerciali».

Dello stesso avviso Claudio Biagi, responsabile sviluppo progetti dell’associazione, secondo cui «uno dei primi obiettivi sarà quello di inserire la figura del farmacista nelle scuole», al fine di «informare i giovani sull’uso corretto dei farmaci». Tale ruolo deve essere messo in risalto anche in altri ambiti, tra cui quello dello sport, «soprattutto per sensibilizzare all’uso corretto degli integratori». L’associazione scenderà dunque in campo con diverse proposte. Tra queste, evidenzia Matera, «chiederemo di essere ascoltati nelle sedi competenti per chiedere la modifica di una legge che prevede l’incompatibilità di esercitare contemporaneamente due professioni sanitarie, soprattutto quando queste creano valore aggiunto alla cultura di un professionista e quando questo sapere riesce a dare un servizio migliore alle persone».

© Riproduzione riservata