federfarma roma«I farmacisti romani sono al fianco dei tassisti e sperano che l’accordo trovato sulla questione “Uber”, che pone fine ad una settimana di sciopero e scontri, faccia capire al governo quali danni possano generare l’ingresso del capitale e la deregolamentazione di settori fondamentali per i cittadini. In questa battaglia le nostre due categorie si trovano dalla stessa parte della barricata». L’appoggio ai tassisti romani arriva da Federfarma Roma, per bocca del segretario Andrea Cicconetti, che ha commentato con queste parole la notizia dell’intesa tra il governo e i titolari di licenze taxi. A questi ultimi è stata infatti promessa l’emanazione di un decreto interministeriale contro gli abusivi, entro 30 giorni, e un successivo intervento in materia di trasporto con conducente. Non viene toccato invece il decreto cosiddetto Milleproroghe, al centro della protesta degli ultimi giorni.
«Speriamo solo che questo accordo tenga – ha aggiunto Cicconetti – e che il riordino del settore promesso dal ministro Delrio non danneggi una categoria che svolge un servizio molto importante per i cittadini. Le conseguenze della protesta di questi giorni sono apparse evidenti a tutti. Noi farmacisti non possiamo far altro che solidarizzare con i tassisti: loro sono alle prese con il Milleproroghe, noi con il Ddl Concorrenza. Entrambi i provvedimenti deregolamentano i nostri rispettivi settori a favore dell’ingresso del capitale proveniente da multinazionali estere che a tutto pensano tranne che all’interesse dei cittadini italiani. Nel caso dei farmacisti, inoltre, il danno sarebbe ancora maggiore, in quanto in ballo c’è un tema delicato come quello della salute». Il riferimento al Ddl Concorrenza è in particolare all’apertura alle società di capitale, nonché ai limiti posti alle concentrazioni in poche mani delle future catene di farmacie, evidentemente troppo poco stringenti secondo il sindacato romano. «Ringraziamo dunque i tassisti – ha concluso il segretario di Federfarma Roma – che si sono opposti in maniera compatta ad un provvedimento ritenuto ingiusto. Spero che i farmacisti riusciranno a mostrare la stessa unità quando si tornerà a discutere del Ddl Concorrenza».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.