Si moltiplicano le offerte di liquidità da parte di istituti finanziari in favore dei farmacisti. Alle misure di Bnl, erogate in favore dei farmacisti iscritti all’Enpaf, si aggiungono quelle di Fidimed. Grazie all’accordo sottoscritto da Federfarma Palermo, insieme a Banca Progetto, le farmacie siciliane potranno disporre di liquidità mediante la sottoscrizione al “Progetto Easy”.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Più nel dettaglio, si tratta di «un finanziamento immediato chirografario – spiega nota della federazione -, di importo compreso fra 25 e 150mila euro, da rimborsare entro 5 anni per esigenze di liquidità ed entro 10 anni per investimenti, che solo in Sicilia, nel caso di importo fino a 100mila euro e almeno 12 mesi di preammortamento, usufruisce di un contributo a fondo perduto dell’8%, erogato dalla Regione siciliana tramite l’Irfis-FinSicilia, utilizzabile per il pagamento delle rate. Pertanto, ad esempio, il contributo potrà essere utilizzato per pagare la prima rata in scadenza nel 2021 e tutto il periodo di preammortamento».

«Questa iniziativa – evidenzia Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo – è una risposta concreta ad un bisogno immediato di liquidità dei farmacisti, fortemente esposti personalmente e finanziariamente in questa emergenza. In attesa di auspicabili provvedimenti statali a supporto dei nostri sacrifici, cerchiamo di mantenere salda ed efficiente la rete delle farmacie territoriali, spesso unico presidio dello Stato nelle zone rurali e nelle aree interne e comunque punto di riferimento dei cittadini in questa situazione eccezionale».

© Riproduzione riservata