«Tra le espressioni più chiare dei nostri valori e della dedizione della nostra professione nei confronti della collettività brilla l’opera svolta dal 2009 dell’Associazione nazionale farmacisti volontari per la Protezione Civile. LaAssociazione è nata per volontà della Federazione degli Ordini nel 2009, all’indomani del terremoto che ha devastato L’Aquila e, da allora, non ha mai fatto mancare il suo supporto alla popolazione nelle catastrofi, purtroppo frequenti, che hanno colpito il paese». È quanto si legge sulla pagina farmacistivolontarilombardia.it attivata in occasione dell’attivazione della sezione lombarda dei Farmacisti Volontari avvenuta martedì 15 giugno 2021. «Presidente dell’associazione – si legge in una nota degli Ordini dei farmacisti della Lombardia – è il dottor Ernesto De Amici, presidente dell’Ordine di Bergamo, Elena Marassi è il vicepresidente e Luigi Congi è il segretario. Del consiglio fanno parte Marino Appodia, Cristina Braschi, Fabrizio Cristini, Genesia Di Martino, Cesare Mazzocchi, Roberto Langella, Giorgia Palmieri e Giovanni Preziuso e Michele Rotasperti è il revisore dei conti».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

«Motivo di grande gioia»

«È motivo di grande gioia – evidenzia De Amici – e soddisfazione annunciare la costituzione della sezione Lombarda in collaborazione tra tutti gli ordini dei farmacisti delle province lombarde. Questo era già un nostro obiettivo prima del divampare della pandemia, le cui fasi più drammatiche non hanno fatto che sottolineare l’importanza di questo passo che oggi abbiamo compiuto. Per Enrica Bianchi, presidente dell’Associazione nazionale, «questo è un passaggio significativo che conferma il costante sviluppo della nostra associazione che oggi rappresenta un elemento importante nella risposta del Paese alle emergenze». Secondo Andrea Mandelli, presidente Fofi, «dal primo intervento all’Aquila, l’associazione è cresciuta in termini di diffusione sul territorio nazionale, di competenze e naturalmente nel numero dei colleghi coinvolti, che ringrazio per il loro impegno. Oggi la nascita della sezione Lombarda viene a completare il percorso che in questi anni, e durante l’emergenza pandemica, ha visto i colleghi della Lombardia in prima fila nella tutela dei cittadini anche come volontari».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.