È stato diffuso il programma ufficiale dell’edizione 2019 di FarmacistaPiù, che si terrà a Milano il 4 e il 5 ottobre. La kermesse, intitolata «Conoscere, innovare, evolvere. Strategie della professione per l’efficienza e la sostenibilità del sistema sanitario» verrà avviata alle ore 9:30 di venerdì 4, con la cerimonia di apertura alla quale prenderanno parte il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, l’assessore al Welfare Giulio Gallera, il comandante dei NAS Gen. D. Adelmo Lusi e i parlamentari Roberto Bagnasco, Giuseppe Chiazzese, Marcello Gemmato, Angela Ianaro, Carlo Piastra. L’apertura dei lavori è prevista alle 10 con i saluti di Andrea Mandelli (presidente della FOFI), Luigi D’Ambrosio Lettieri (presidente della Fondazione Francesco Cannavò), Eugenio Leopardi (presidente dell’UTIFAR), Marco Cossolo (presidente di Federfarma), Francesco Rastrelli (delegato regionale della FOFI Lombardia) e Annarosa Racca (presidente di Federfarma Lombardia).

Alle 11, il prof. Luca Pani, delle università di Modena e di Miami parlerà di “Prolusione: Resilienza Farmaceutica e il Governo Futuro della Medicina”, mentre alle 12, in due differenti sale, si terranno i lavori sui temi de “Il valore della relazione con il paziente e il ruolo del medicinale omeopatico” e de “La vis espansiva della Legge 124/2017 sulle farmacie comunali”. Sempre in contemporanea, a partire 14 si parlerà quindi de “Il Rinascimento della Professione: competenze, funzioni, ruolo, occupazione, remunerazione, utilità sociale, riconoscimento istituzionale”, de “Il farmacista e il paziente in terapia con farmaci biologici e biosimilari”, del “Governo dell’innovazione nell’integrazione ospedale-territorio”, di “Preparazioni magistrali a base di cannabis, linee guida SIFAP per allestimenti e controlli”, de “Il farmacista nutrizionista: il ritorno al futuro della professione”. Sarà poi presentata la pubblicazione “Reazioni avverse da FANS” e si svolgeranno numerose altre conferenze: “20 anni di Banco Farmaceutico: una storia che parte nelle farmacie italiane e arriva nelle periferie del mondo”, “La farmacista tra impresa e sociale nelle diverse realtà territoriali”, “Corretta informazione al cittadino in tema salute”, “Audit Civico delle Farmacie: una tecnologia per Conoscere, Innovare, Evolvere”, “La rete nazionale delle malattie rare: il ruolo del Farmacista”, “Integratori alimentari: dalla notifica dell’etichetta alla pubblicità”. “L’indipendenza del farmacista e l’etica della professione”, “Il farmacista di vicinato nel 2019: prospettive e obiettivi”. Nella seconda metà del pomeriggio, a partire dalle 17, spazio a “Esperienza sul campo: i progetti regionali”.

Sabato 5 si partirà alle 9:30 con un focus sulla “Campagna di prevenzione cardiovascolare per i militari dell’Arma dei Carabinieri”, mentre alle 10 ci si concentrerà su “Riformiamo il futuro insieme. Politiche di welfare e sanità: proposte per governare il cambiamento”. Ricco anche il pomeriggio del secondo giorno di lavori, con conferenze su “I farmaci mancanti: cosa fare per fronteggiare la carenza e l’indisponibilità”, “Le malattie respiratorie nella pharmaceutical care: le evidenze del ‘Progetto Respira’”, “Terapie avanzate e CAR-T”, “Legge 124/2017 due anni dopo: analisi dei cambiamenti e delle varie forme societarie”, “L’evoluzione degli interventi dell’ENPAF nel settore dell’assistenza: risultati raggiunti e prospettive future”, “Il farmacista: il paradosso di una professione che affronta il futuro rimanendo ancorata al passato e al luogo”, “Il valore della conoscenza per l’evoluzione della professione.

Il sistema ECM tra obblighi e opportunità”, “La farmacia certificata: farmacia oncologica e infiammazione, cibo & salute”, “Il farmacista dall’università alla professione: percorsi di crescita, right strategies e soluzioni”, “Linee guida del primo progetto di pharmaceutical care sulla fibrillazione atriale”, “Controlli di qualità e certificazione del farmacista preparatore”, “Farmacie in evoluzione: la contrattazione come strumento di crescita comune”, “Professionisti al servizio del corpo umano senza dimenticare lo spirito”, “La ricetta medica: panoramica delle diverse tipologie” e “Parafarmacie, a che punto è la notte?”. Le conclusioni sono infine previste per le ore 18.

© Riproduzione riservata