«Il nucleo carabinieri Aifa ha denunciato alla Procure competenti 6 persone, tra amministratori e farmacisti, per aver venduto su Internet farmaci soggetti a prescrizione, quando tale modalità non è permessa dalla normativa vigente». È quanto annuncia il ministero della Salute, riferendo che si tratta di farmacie dislocate sul territorio in provincia di Torino e Napoli. Al momento non si hanno ulteriori dettagli sull’operazione, sebbene non è la prima volta che i militari rilevino simili infrazioni. Nel settembre del 2018 una serie di operazioni dei Nas aveva permesso di scoprire la vendita online di prodotti ritirati dal mercato, o pubblicità di medicinali non autorizzate.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Fu poi la stessa Fofi a diffondere una nota con l’intento di ricordare le norme che regolano la vendita online di farmaci. Le norme prevedono infatti che la vendita online è ammessa «solo per i medicinali ad uso umano non soggetti ad obbligo di prescrizione medica e potrà essere effettuata unicamente dalle farmacie e dalle parafarmacie purché dotate di specifica autorizzazione rilasciata dalla Regione o dalla Provincia autonoma».

© Riproduzione riservata