Ancora una volta, un blocco tecnologico è stato causa di grandi disagi per una farmacia. Dopo il caso del dispensario farmaceutico di Lido di Volano a Comacchio (Fe), questa volta i malfunzionamenti della connessione Internet sono toccati alla farmacia di Michele Vallerini, con sede a Tellaro, in provincia di La Spezia. Il farmacista racconta a FarmaciaVirtuale.it che dal 15 maggio, fino alla fine di giugno 2021, la sua attività è stata messa a dura prova da disservizi continui, rendendo impossibile il normale svolgimento delle operazioni online e creando enorme disagio nei confronti dei pazienti, ai quali non è stato possibile garantire tutti i servizi. «Al momento – dichiara Vallerini – la linea sembra ripristinata, ma non abbiamo certezza che rimanga funzionante a lungo, perché il gestore ci ha comunicato che il guasto che ha determinato il blocco della connessione è di una certa entità. Non sappiamo quindi se sia stato definitivamente risolto».

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Senza Internet si moltiplicano i disservizi

La tecnologia è oggi imprescindibile per l’attività di qualsiasi farmacia, specie se situata in piccoli centri, dove è un punto di riferimento per la cittadinanza. A Tellero, piccolo centro in provincia di La Spezia, l’attività di Vallerini copre tutti i servizi essenziali, compresi tamponi Covid-19 e prenotazioni dei vaccini. «Ci troviamo in piccolo paese e non possiamo fermarci, nonostante lavorare così implichi anche un danno economico. Non siamo infatti in grado di dispensare farmaci con ricette del servizio sanitario nazionale, prenotare i vaccini e le visite, registrare gli esiti dei tamponi. Quando un cliente arriva con una ricetta che non possiamo gestire, spesso non può attendere che il servizio venga ripristinato e si reca altrove a cercare i farmaci di cui necessita, determinando un ulteriore danno economico alla nostra attività che, per il servizio che svolge, non riteniamo corretto chiudere, benché sarebbe più vantaggioso economicamente».

Farmacia dei servizi riferimento per l’assistenza territoriale

Come Michele Vallerini sottolinea, i servizi erogati dalla sua farmacia sono essenziali per la popolazione della sua zona, che conta numerosi anziani, e vanno ad alleggerire incombenze che altrimenti ricadrebbero sulle strutture sanitarie centrali. «Non è quindi pensabile – ribadisce il farmacista – che un esercizio farmaceutico possa essere lasciato in balia di un guasto per periodi così lunghi perché ne va dell’assistenza al cittadino e arreca danni non indifferenti alla nostra attività, impossibilitata anche a procedere con le comunicazioni burocratiche e fiscali obbligatorie. Ci auguriamo quindi che il problema si risolva definitivamente».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.