Anche per il 2019 le farmacie iscritte a Federfarma potranno aderire all’iniziativa DiaDay, da lunedì 11 novembre a sabato 16 novembre 2019, in occasione della Giornata mondiale del Diabete in programma il 14 novembre. Il focus della nuova edizione non sarà relativa all’individuazione di potenziali soggetti affetti da patologia ma orientato alla presa in carico e gestione dei pazienti già diabetici. «Quest’anno – spiega Federfarma in una nota – la manifestazione si svolgerà con obiettivi e modalità diversi da quelli delle precedenti edizioni. Infatti, mentre nel 2017 e 2018 l’attenzione è stata puntata sul ruolo delle farmacie nell’individuazione, attraverso uno screening nazionale (test diagnostico+questionario), di diabetici inconsapevoli o di soggetti a rischio di sviluppare la patologia, nel 2019 l’iniziativa si incentrerà sulla valutazione dell’aderenza da parte del paziente diabetico di tipo I e II della terapia prescritta dal medico». Per questo motivo, evidenzia il sindacato di categoria, «le farmacie che parteciperanno alla campagna dovranno compilare un questionario insieme al paziente diabetico, individuato per conoscenza diretta o dalle prescrizioni di medicinali destinate al trattamento di tale patologia».

Quanto alle modalità operative, le farmacie interessate alla partecipazione e a ricevere il materiale a supporto dell’iniziativa «devono registrarsi sul sito Federfarma, accedendo all’apposita sezione dal banner in home page, dal 21 al 27 ottobre prossimo». Altra novità per l’edizione dell’anno in corso riguarda la possibilità di partecipazione anche per coloro che non si registreranno sul portale federale. «Anche le farmacie che non si registreranno – evidenzia Federfarma -, o si registreranno dopo tale data, potranno partecipare alla campagna accedendo direttamente al questionario per il paziente, ma non riceveranno il materiale informativo. Il materiale potrà comunque essere scaricato dal sito e stampato autonomamente dalla singola farmacia». Le farmacie interessate potranno accedere al sito istituzionale e, a partire dalle prossime ore, trovare l’apposita area per prestare la propria adesione.

Nel corso del DiaDay 2018 sono stati monitorati 128.041 soggetti: nel 59% si è trattato di donne, nel 41% di uomini. L’adesione allo screening aumenta con il crescere dell’età: il 45% aveva più di 64 anni; il 68% più di 54 anni; l’83% più di 44 anni. «Le caratteristiche del campione della popolazione esaminata nel 2018 – aveva spiegato Federfarma – sono sostanzialmente inalterate rispetto a quelle dell’anno precedente: 11.944 soggetti (pari al 9,33%) hanno detto al farmacista di essere diabetici». Inoltre, i restanti 116.097 soggetti dichiaratisi non diabetici «sono stati sottoposti allo screening (misurazione glicemia e test di Tuomilheto). Sono risultate diabetiche 4.893 persone, pari al 4,21%. Si tratta prevalentemente di uomini: il 58,68%, contro il 41,32% di donne. Queste percentuali sono praticamente sovrapponibili a quelle rilevate nel 2017».

© Riproduzione riservata