Come riferito ai propri lettori da FarmaciaVirtuale.it, lo scorso giugno l’Agenzia delle Entrate ha reso noto della possibilità di fruire, a partire dal 1° luglio 2020, di un credito di imposta del 30% sulle transazioni tracciabili. Misura introdotta «allo scopo di incentivare l’impiego di mezzi di pagamento diversi dal contante», sulla base del «Dl n. 124/2019 (“decreto fiscale” collegato alla legge di bilancio 2020)». Ciò «a favore degli esercenti attività d’impresa, arte e professioni – aveva spiegato l’Agenzia – con ricavi/compensi non superiori a 400mila euro», mediante la fruizione di «un credito d’imposta sulle commissioni addebitate dagli intermediari per le transazioni elettroniche effettuate dai consumatori dal 1° luglio 2020 (articolo 22)». È utile evidenziare che sebbene si tratti di una misura non esigua, consente tuttavia il recupero di diverse somme da poter riutilizzare per il miglioramento del servizio reso ai clienti.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

L’istituzione del codice 6916

In proposito, l’Agenzia delle entrate ha istituito il codice 6916 denominato “Credito d’imposta commissioni pagamenti elettronici – articolo 22, decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124”, attraverso cui «il bonus deve essere utilizzato esclusivamente in compensazione, tramite modello F24, attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa. In sede di compilazione del modello F24 – si legge in una nota – il codice tributo va esposto nella sezione “Erario”, nella colonna “importi a credito compensati”, o, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. I campi “mese di riferimento” e “anno di riferimento” sono valorizzati con il mese e l’anno in cui è stata addebitata la commissione che dà diritto al credito d’imposta, rispettivamente nei formati “00MM” e “AAAA”».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.