Il presidente delle Repubblica Sergio Mattarella, nella sua visita a Codogno in occasione della ricorrenza del 2 giugno, ha insignito il farmacista Giuseppe Maestri del titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica. Ciò nell’ambito di coloro che «simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali». «Sono naturalmente felice e onorato di questo riconoscimento – spiega Maestri in una dichiarazione rilasciata alla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani – ma non credo di aver fatto nulla di più di quanto hanno fatto tutti i miei colleghi che hanno sempre garantito l’assistenza ai cittadini, restando in prima linea, come del resto tutti i professionisti della salute. Per questo condivido questa onorificenza con tutti i farmacisti italiani».

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Soddisfazione espressa anche da Andrea Mandelli, presidente della Fofi, il quale evidenzia che «le parole del collega Maestri sono la migliore rappresentazione possibile dello spirito che anima la nostra professione. Nel ringraziarlo per la sua opera in quello che è stato l’epicentro della Covid-19 in Italia, ringrazio con il Comitato Centrale della Federazione tutti i farmacisti italiani che, negli ospedali e nel territorio, nell’industria farmaceutica e nella distribuzione non hanno mai smesso di prodigarsi a tutela della salute della collettività».

© Riproduzione riservata