La Commissione nazionale per la formazione continua (Cnfc) nel corso della riunione del 12 febbraio 2020 ha approvato la delibera in materia di Coronavirus 2019-nCoV. Ciò con la finalità di inserire la tematica relativa all’infezione da coronavirus 2019-ncov tra gli obiettivi n. 20, n. 32 e 33, relativi alle tematiche speciali a carattere urgente e straordinario individuate dalla stessa commissione per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni tecnico-professionali, nozioni di processo e nozioni di sistema. In tale direzione, i provider formativi potranno inserire nell’elenco dei corsi trattati gli ecm relativi all’infezione da coronavirus anche con soli 5 giorni di anticipo rispetto alla data di inizio. Quanto ai contenuti divulgati, essi dovranno seguire il materiale predisposto dall’Istituto superiore di sanità (Iss) sul portale istituzionale. Sarà compito del responsabile scientifico del provider assicurarsi del rispetto dei punti previsti nella delibera.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Non è la prima volta che la Cnfc interviene in merito ad integrazioni dei piani formativi nazionali già approvati, sulla base di specifiche esigenze. Lo scorso dicembre la Commissione aveva introdotto la Cannabis terapeutica tra gli obiettivi formativi per i professionisti sanitari. «Gli eventi in materia di utilizzo della cannabis terapeutica nelle pratiche di gestione del dolore rientrano nell’ambito delle tematiche di interesse nazionale e sono inserite nell’obiettivo formativo n. 21 “Trattamento del dolore acuto e cronico. Palliazione”», era quanto deliberato il 18 dicembre 2019. Da qui, anche l’inserimento del coronavirus, visto l’argomento di forte attualità.

© Riproduzione riservata