Sì, perché è un farmacista non titolare di farmacia, né socio di società titolare di farmacia, pur se, perché l’esercizio professionale da lui prestato all’interno dell’impresa familiare possa giovargli nella determinazione del punteggio spettante, è necessario che tale sua collaborazione sia stata tempestivamente denunciata all’Asl e all’Ordine.

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.