cannabis-terapeuticaAumenta l’uso che si fa di cannabis terapeutica e di conseguenza cresce il consumo da parte dei pazienti. Consumo che, come lamentato in passato https://FarmaciaVirtuale.it.it/cannabis-terapeutica-su-approvvigionamento-e-dispensazione-problemi-irrisolti/, ha portato ad un fabbisogno superiore alle effettive disponibilità del mercato interno italiano, che può contare solo sulla produzione dell’Istituto Chimico Farmaceutico Militare. Per questo motivo, già nel luglio 2018, il ministro della Salute Giulia Grillo, aveva reso noto dell’aumento della quantità di cannabis terapeutica importata dall’Olanda.

Ebbene, a distanza di sei mesi esatti dalla richiesta del ministro Grillo, il suo omologo olandese, Hugo De Jonge, ha confermato «di aver accolto la richiesta di aumentare i quantitativi di cannabis flos per l’anno 2018 e 2019, portando così il totale fino a 700 kg all’anno». Tali infiorescenze saranno prodotte dalla società Bedrocan e commercializzate dall’Office of medicinal cannabis, organismo olandese deputato al controllo e alla vendita della cannabis per scopi terapeutici. Ne consegue che per il 2019 l’Italia potrà contare su oltre 1000 kg di cannabis da distribuire attraverso i canali consueti, tra cui le farmacie territoriali pubbliche e private.

Soddisfatta del via libera è lo stesso ministro della Salute, secondo cui «il 2019 dovrebbe finalmente segnare l’anno della svolta per i pazienti in trattamento, poiché per la prima volta le disponibilità effettive dovrebbero superare la tonnellata, a fronte dei 350 kg del 2017 e dei circa 600 kg del 2018, rispondendo in maniera più adeguata alle aumentate richieste di prescrizioni mediche». Ciò grazie all’impegno «a trovare il modo per rispondere con atti concreti alle esigenze delle persone sofferenti, che dall’uso della cannabis terapeutica traggono effettivo sollievo al dolore cronico».

© Riproduzione riservata