Boehringer Ingelheim, società biofarmaceutica multinazionale, ha chiuso positivamente il primo semestre 2022. A farlo sapere è la stessa azienda la quale ha reso noto che, «nonostante il contesto economico, politico e normativo sempre più complesso, conferma la crescita in termini di ricerca, sviluppo e fornitura di farmaci e vaccini innovativi per la salute umana e animale». Tra gli elementi che hanno costituito un volano per la crescita di Boehringer Ingelheim vi sono «l’incremento degli investimenti in Ricerca e Sviluppo (R&S)», «l’accelerazione nelle fasi di sviluppo della pipeline» e «le nuove opportunità di sviluppo del business». Nello stesso 2022 Boehringer Ingelheim «ha siglato 11 accordi di collaborazione e licenza in R&S in nuovi ambiti, tra i quali figurano i degradatori di proteine, la resistenza agli antimicrobici, la medicina rigenerativa, l’oncologia e la “data science”».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Fatturato di Boehringer Ingelheim del primo semestre 2022

Quanto alle principali aree che hanno trainato la crescita, Boehringer Ingelheim ha fatto sapere che «il fatturato netto del primo semestre è stato sostenuto dalla domanda di terapie per l’insufficienza cardiaca, il diabete, le patologie respiratorie e di prodotti per la salute animale, registrando un incremento del 9,5% che ha consentito di toccare quota € 11,2 miliardi al netto degli effetti di cambio». Con riferimento ai futuri impegni «Boehringer Ingelheim ha pianificato 25 miliardi di euro di investimenti in R&S nei prossimi cinque anni, ai quali si aggiungono altri 7 miliardi di euro di investimenti in nuove tecnologie di produzione». In tale direzione «l’azienda prevede di condurre otto studi registrativi su farmaci per la salute umana entro la fine dell’anno che potrebbero portare all’approvazione di 15 nuovi prodotti entro il 2027».

I risultati delle divisioni Salute Umana e Salute Animale

Nel primo semestre 2022, inoltre, il fatturato netto della divisione Salute Umana «è cresciuto dell’11,8% (a parità di valuta), toccando quota 8,4 miliardi di euro». Secondo Boehringer Ingelheim si tratta di «una crescita dovuta principalmente ai trattamenti per il diabete della famiglia empaglifozin (2,5 miliardi di euro) e al trattamento per le patologie fibrotiche del polmone, nintedanib (1,5 miliardi di euro)». Il settore della Salute Animale «registra una crescita dell’1,2% (a parità di valuta) raggiungendo i 2,4 miliardi di euro. Il settore ha risentito delle difficili condizioni del mercato caratterizzato, in particolare, dall’inflazione, dai lockdown in risposta al Covid-19, dall’epidemia di peste suina africana e dalle difficoltà nella catena di approvvigionamento. Il fatturato netto del nostro antiparassitario orale per cani è cresciuto del 13,7% (a parità di valuta) raggiungendo i 593 milioni di euro, mentre quello relativo al farmaco contro la filariosi dei cani, è aumentato del 4,4% arrivando a 197 milioni di euro».

Soddisfazione dei dirigenti di Boehringer Ingelheim

Hubertus von Baumbach, presidente del Consiglio di amministrazione di Boehringer Ingelheim, ha osservato che, «nonostante la volatilità che caratterizza il contesto economico attuale, siamo cresciuti nella capacità produttiva e nello sviluppo della pipeline, tanto nel settore della Salute Umana quanto in quello della Salute Animale. Il nostro obiettivo resta quello di riuscire a trasformare Vite, fornendo una risposta ai bisogni terapeutici ancora insoddisfatti». Secondo Michael Schmelmer, membro del Consiglio di amministrazione e responsabile delle funzioni Finance & Group, «malgrado il persistere delle incertezze economiche anche nella seconda metà dell’anno, siamo comunque fiduciosi di poter raggiungere gli obiettivi fissati per il 2022 e di proseguire sulla strada dell’innovazione. Continueremo a concentrarci e a investire nelle nostre attività più promettenti al fine di portare ai pazienti la migliore innovazione».

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.