Banco Farmaceutico scende in campo a supporto delle popolazioni dei Paesi dove guerra, fame e crisi umanitarie, mietono un numero elevato di vittime civili. Lo fa insieme a Difesa Italiana, rappresentata dal Comando Operativo di vertice Interforze (Coi) e dall’Ordinariato Militare, grazie all’invio di oltre 148mila confezioni di medicinali a 24 strutture socio-sanitarie che prendono in carico 1,3 milioni di persone residenti in sette paesi. Il bilancio di quanto realizzato è stato tracciato giovedì 27 giugno 2019, nel corso della presentazione dei risultati dell’accordo svoltasi nella Chiesa di Santa Caterina a Magnanapoli (Roma) sede dell’Ordinariato.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Nello specifico, Banco Farmaceutico evidenzia che «tra maggio 2018 e giugno 2019 sono partite dall’Italia 148.176 confezioni di medicinali, pari a un valore di 1.766.525 euro e a 16.588 kg di merce movimentata». Tali medicinali «sono stati donati a 24 strutture assistenziali-sanitarie di sette Paesi», ovvero Afghanistan, Libano, Niger, Libia, Kosovo, Gibuti e Somalia. «Le strutture – rende noto l’associazione benefica -, complessivamente, curano oltre 1.359.000 persone povere che i farmaci donati contribuiranno ad aiutare. L’operazione è il frutto di un accordo tra Banco Farmaceutico, Comando Operativo di vertice Interforze e Ordinariato Militare firmato il 10 maggio 2018».

Appare dunque evidente che il Banco Farmaceutico, a 19 anni dalla sua nascita, rappresenta un punto di riferimento non solo per l’Italia ma, alla luce di questi risultati, anche nei paesi con particolari complessità geopolitiche. La buona riuscita delle iniziative, oltre all’impegno dei dirigenti del Banco Farmaceutico, è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione di diverse aziende farmaceutiche. Tra queste Accord Healthcare Italia Srl, Alfasigma S.p.A, Doc Generici S.r.l, Dompè Farmaceutici S.p.A, EG S.p.A, Ibsa Farmaceutici Italia Srl, Italfarmaco S.p.A., Mylan ITalia S.r.l., Polifarma S.p.A. e Roche S.p.A., Salf S.p.A. Laboratorio Farmacologico.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.