preparazioni galeniche«È possibile praticare sconti sul prezzo finale delle preparazioni magistrali alle medesime condizioni previste per i medicinali autorizzati». A spiegarlo è la Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani che, attraverso il suo presidente Andrea Mandelli e il segretario Maurizio Pace, ha sottolineato come tale pratica sia compatibile con le norme che discendono dal decreto ministeriale del 22 settembre 2017, in merito all’Aggiornamento della tariffa nazionale per la vendita al pubblico del medicinali. «A tal proposito – ha specificato la Fofi – si segnalano le seguenti disposizioni normative in materia: ai sensi dell’articolo 11 del decreto legge 1 del 2012, convertito con modificazioni dalla legge 27 del 2012, le farmacie e gli esercizi commerciali di cui all’articolo 5, comma 1, del decreto legge 223/2206, convertito nella legge 248 dello stesso anno, possono effettuare sconti su tutti i prodotti e su tutti i medicinali (e, dunque, anche sulle preparazioni magistrali) pagati direttamente dai pazienti». Ciò alla sola condizione che «siano praticate le medesime condizioni a tutti gli acquirenti». Invece, secondo quanto disposto dalla stessa legge 248 del 2006, «sono vietati i concorsi, le operazioni a premio e le vendite sottocosto aventi ad oggetto farmaci». Come riportato da FarmaciaVirtuale.it , la Tariffa nazionale è stata aggiornata nel mese di settembre del 2017, dopo oltre 20 anni dall’ultima revisione. Il nuovo testo tiene conto non soltanto del prezzo delle sostanze, ma anche del costo di preparazione e, soprattutto, del lavoro dei farmacisti. Il prezzo della preparazione è infatti formato da una serie di voci, tra le quali l’importo delle sostanze impiegate, quello attualizzato sulla base delle forme farmaceutiche presenti nella Farmacopea Ufficiale, che tiene conto dei tempi necessari per l’allestimento delle stesse, nonché altri costi di preparazione. L’aggiornamento della tariffa per la vendita al pubblico dei medicinali è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 25 ottobre 2017.

© Riproduzione riservata