mariella-ippolitoMariella Ippolito fa parte dei 24 farmacisti che si presentano alle elezioni del 4 marzo 2018 per il rinnovo di Camera e Senato, nonché dei consigli regionali e delle presidenze di Lazio e Lombardia. La professionista si candida in Sicilia, territorio nel quale da tempo ha avviato un impegno politico: è infatti assessore alla Famiglia della regione. Tenterà di entrare alla Camera dei deputati con la lista “NOI CON L’ITALIA”, nell’ambito della coalizione di coalizione di centro-destra, nelle circoscrizioni SICILIA 1 collegio Plurinominale n.3 (Gela, Agrigento, Mazara del Vallo, Sciacca); SICILIA 2 Collegio plurinominale n.1 dove è capolista (Messina, Barcellona Pozzo di Gotto, Enna); SICILIA 2 collegio Plurinominale n. 3 (Paternò, Ragusa, Avola e Siracusa).
«La mia candidatura – spiega a FarmaciaVirtuale.it – è a difesa della professione del farmacista. Forte della mia esperienza di presidente di Ordine, e attuale vice presidente, non ho remore ad affermare che la nostra professione è stata massacrata e svilita. Oggi bisogna andare in tutt’altra direzione». Di qui la necessità di nuove proposte: «Alla professione – prosegue la candidata siciliana – va riconosciuto il suo giusto valore: i farmacisti devono trovare occupazione non solo nelle farmacie ma anche negli ospedali, nelle carceri e in qualunque altro posto dove si maneggi il farmaco, perché il farmaco deve essere gestito solo da un professionista. Siamo stati sempre trattati come i “fratelli poveri” della medicina, ma ricordiamoci che, per citare Leopardi, “la farmacia è sorella della medicina e non figlia del commercio”. Noi abbiamo un codice deontologico a cui rispondiamo e i farmacisti, qualunque posto occupino, hanno la dignità di professionisti seri. Per questo motivo, io mi sento di candidarmi a tutela della professione, il che significa anche tutela del cittadino. Sono orgogliosa di essere farmacista, una professione che mi ha appassionata sin da bambina».

© Riproduzione riservata