«Siamo lieti di annunciare risultati per l’anno fiscale 2019 in linea con le previsioni comunicate in precedenza, nonostante un contesto difficile per le nostre operazioni». Sono le parole di Stefano Pessina, executive vice chairman e Ceo di Walgreens Boots Alliance, in occasione della presentazione dei dati dell’anno fiscale appena trascorso. Nel dettaglio, il colosso statunitense ha evidenziato che «le vendite sono cresciute del 4,1% a $136,9 miliardi», «il risultato operativo è diminuito del 20,5% a $5,0 miliardi; il risultato operativo rettificato è diminuito del 9,6% a $6,9 miliardi (-8,6% a tassi di cambio costanti)» ed infine che «l’utile per azione è diminuito del 14,6% a $4,31; l’utile per azione rettificato è diminuito dello 0,5% a $5,99 (+0,5% a tassi di cambio costanti)».

«Stiamo anche avanzando – prosegue Pessina – rispetto alle nostre quattro priorità strategiche, che siamo convinti ci stiano posizionando al meglio per generare crescita nel lungo periodo. Sebbene stiamo ancora affrontando fattori sfavorevoli, è incoraggiante il miglioramento nella performance di vendita comparabile negli Stati Uniti nel secondo semestre dell’anno fiscale 2019, così come i passi avanti compiuti nella gestione dei costi, finalizzati a generare risparmi da investire per la crescita. Per l’anno fiscale 2020 – conclude il dirigente -, la previsione per l’utile per azione rettificato è sostanzialmente in linea con l’anno fiscale 2019, a tassi di cambio costanti – certamente in linea con le nostre aspettative».

© Riproduzione riservata