«Valutare l’opportunità di consentire interamente la detrazione fiscale delle somme spese per l’installazione di sistemi di videosorveglianza delle farmacie e parafarmacie, al fine di garantire alle stesse l’adozione di misure di prevenzione e protezione dei lavoratori che, nel contempo, si traducano anche in tutela degli stessi cittadini». È il principale punto su cui Andrea Mandelli, presidente della Fofi, in qualità di parlamentare, impegna il governo mediante la presentazione di un ordine nel giorno in assemblea nell’ambito della Proposta di legge 9/02117.

[Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica]

Più nel dettaglio, «l’importante attività investigativa svolta dalle Forze dell’Ordine – si legge nel testo -, anche grazie alle immagini dei circuiti di videosorveglianza, ha portato in diverse occasioni all’arresto di rapinatori; è di tutta evidenza, infatti, come gli esiti dell’attività investigativa si giovino in modo significativo delle immagini registrate nei sistemi di videosorveglianza, rappresentando tale sistema un mezzo fondamentale per l’identificazione dei responsabili che merita di essere diffuso e sostenuto».

Ciò considerando che «l’installazione e la gestione di servizi di videosorveglianza nelle farmacie e nelle parafarmacie risultano, quindi, uno strumento necessario per combattere la criminalità, tutelare l’incolumità fisica dei farmacisti e dei pazienti», ma che «rappresentano un costo notevole posto a carico dei titolari di farmacia e parafarmacia». Da qui, l’iniziativa di Mandelli per consentire la detrazione fiscale in forma integrale delle somme spese per l’installazione di sistemi di videosorveglianza delle farmacie e parafarmacie.

© Riproduzione riservata