Come spesso riportano le cronache dei giornali di categoria, diverse farmacie sono esposte a segnalazioni e sanzioni derivanti dalla scarsa o mancata conoscenza e applicazione delle leggi che regolamentano la vendita dei farmaci online. Tale possibilità, concessa dal ministro della Salute nel corso del 2015, consente ad una farmacia fisica di aprire una finestra sul web, sebbene entrino in gioco differenti dinamiche, per lo più legate al know how necessario per avviare una realtà consolidata. Per venire incontro alle esigenze dei farmacisti intenzionati ad investire sull’online, Federfarma ha reso disponibile la versione aggiornata dell’opuscolo «La vendita online – Tutti gli adempimenti a carico delle farmacie».

«Il valore non risibile delle vendite di prodotti che passano dal canale online – spiega Federfarma in una nota – rende l’idea di come sia importante per le farmacie di avere una chiara conoscenza delle regole che governano tale modalità di vendita, ciò soprattutto al fine di evitare di incorrere in sanzioni da parte delle Autorità di controllo come riportato recentemente da parte di newsletter». Per questo motivo, «Federfarma ricorda a tutte le farmacie come sia necessario conoscere accuratamente tutte le disposizioni in materia di vendita online al fine di evitare sanzioni da parte dei Nas». Spetta dunque al farmacista conoscere nei dettagli la normativa di riferimento e assicurarsi che essa venga applicata alla lettera. «Si invitano – conclude Federfarma -, pertanto, le farmacie a prendere visione dei contenuti della pubblicazione prima di avviare l’attività di vendita di farmaci on line.

© Riproduzione riservata