È disponibile il vademecum per i farmacisti “Covid-19: la vaccinazione in farmacia”, realizzato dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) e dall’Istituto superiore di sanità (Iss) in collaborazione con la Fondazione Francesco Cannavò. «Si tratta di un lavoro monografico di elevato valore scientifico – spiega la Fofi in una nota – con finalità formativa, destinato prioritariamente ai farmacisti impegnati nelle attività di somministrazione dei vaccini contro il Sars-Cov-2». Il vademecum, aggiornato al 24 maggio 2021, è opera di un gruppo di lavoro coordinato da Luigi D’Ambrosio Lettieri, vicepresidente della Federazione, con l’intento di offrire una guida pratica e veloce da consultare, per supportare l’attività del farmacista vaccinatore e fornire indicazioni relative agli adempimenti a cui la farmacia deve attenersi in qualità di punto vaccinale. I contenuti della pubblicazione sono tratti dalla documentazione ufficiale diffusa dal Ministero della Salute, dall’Iss, dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), dall’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro (Inail), dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), da Federfarma, da Assofarm, dalla Società italiana farmacisti preparatori (Sifap) e dalla Società italiana di farmacia ospedaliera e dei servizi farmaceutici (Sifo).

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Vademecum valido anche per formazione Ecm

Concepito come strumento di consultazione pratica e immediata, la Fofi sottolinea che il vademecum non va a sostituire la formazione obbligatoria dei farmacisti vaccinatori, ma può contribuire all’acquisizione di crediti Ecm. «Appare opportuno precisare – dichiara la Fofi a tale proposito – che il vademecum è da considerarsi esclusivamente uno strumento di consultazione che integra il progetto formativo predisposto dall’Iss che abilita il farmacista alla somministrazione dei vaccini contro il Sars-Cov-2. A seguito di lettura attenta e documentata consente l’acquisizione di crediti formativi Ecm per autoformazione, attribuiti sulla base dell’impegno orario autocertificato». In base a eventuali indicazioni fornite dalle autorità competenti, la Fofi provvederà ad aggiornare il vademecum, rendendo gli aggiornamenti tempestivamente disponibili e comunicandoli mediante le circolari federali. Prossimamente la guida sarà disponibile anche in formato elettronico e-book.

L’obbligo di aggiornamento per tutti i vaccinatori

La Federazione rammenta poi ai farmacisti che la formazione legata all’attività vaccinale prevede aggiornamenti costanti, a cui tutti i vaccinatori devono attenersi: «Nel ribadire – sottolinea la Fofi – l’importanza di erogare prestazioni professionali in sicurezza, in conformità alle disposizioni di legge e in coerenza con le indicazioni periodicamente fornite dalle competenti autorità e trasmesse dalla Fofi, dagli Ordini provinciali dei farmacisti e da Federfarma ,si rammenta che, in base all’accordo quadro nazionale, il farmacista vaccinatore ha l’obbligo di aggiornare le proprie competenze professionali mediante lo studio del materiale didattico e dei moduli integrativi che l’Iss renderà disponibili nel proseguo della campagna vaccinale, delle circolari federali e di quelle dell’Ordine territoriale di appartenenza, nonché delle indicazioni operative fornite dalle associazioni di categoria e dalle società scientifiche».

© Riproduzione riservata



Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.