walgreens-krogerNon accenna a fermarsi l’evoluzione del mercato farmaceutico retail negli Stati Uniti. A distanza di pochi giorni dall’accordo con Alibaba, Walgreens, la seconda catena americana più grande per numero di farmacie, ha annunciato di aver stretto un accordo per l’avvio di progetto pilota con Kroger Co., storica catena di negozi al dettaglio con 2.800 punti vendita sul territorio statunitense. L’esperimento darebbe la possibilità agli utenti di poter effettuare i loro acquisti online e di ritirarli in 13 farmacie Walgreens in Kentucky, vicino il quartier generale di Kroger. Ciò per un periodo di vari mesi, durante i quali le due aziende “ascolteranno” il feedback degli utenti.

In sostanza, Kroger e Walgreens svilupperanno un’esperienza di “one-stop shopping” attraverso la quale i clienti potranno accedere a prodotti e servizi di entrambe le compagnie. Da un lato potranno acquistare i prodotti online di Kroger e ritirarli nelle farmacie Walgreens incluse nel progetto.  Dall’altro, molti prodotti a marchio Kroger, potranno essere venduti direttamente nelle farmacie Walgreens. La diversificazione apportata dalla partnership consentirà a Walgreens di completare la propria offerta di prodotti e servizi.

«Questo concept innovativo è un’opportunità per testare ed imparare, mentre determiniamo come possiamo lavorare al meglio insieme per elevare ulteriormente la nostra offerta di clienti», ha detto in un cominicato Stefano Pessina, Chief executive officer di Walgreens Boots Alliance. «Continuiamo a sviluppare le nostre offerte – prosegue – per soddisfare le mutevoli esigenze dei nostri clienti e offrire un’esperienza di shopping differenziata. Abbiamo implementato nuovi approcci alle promozioni, alla selezione dei prodotti e ad altre aree per offrire maggiore valore nei nostri negozi».

Il gruppo Walgreens Boot Alliance aveva annunciato, il 20 settembre 2018, l’avvio di una partnership con la holding Alibaba, attraverso la controllata Tmall Global. L’alleanza punta «a introdurre una serie prodotti-chiave nel mercato cinese», che potranno raggiungere, grazie alle piattaforme di Alibaba, «mezzo miliardo di consumatori».

© Riproduzione riservata