Un intero stabile costruito per garantire sostenibilità ambientale con la finalità di ridurre in maniera drastica l’impatto energetico e minimizzare l’immissione di anidride carbonica nell’atmosfera. Sono i principali obiettivi portati a termine dopo poco più di un anno di lavori da Unifarco, società per azioni fondata e formata da farmacisti che propone prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up efficaci, operante in Italia, con filiali in Germania e Spagna e reti di vendita sviluppate in Francia, Austria e Svizzera.

Ti interessa ciò che stai leggendo? Iscriviti qui alla newsletter per ricevere articoli come questo (e molto altro) direttamente alla tua casella di posta elettronica

Il recupero del legname di Vaia

«La costruzione con una superficie complessiva di 2.000 m2 – si legge in una nota di Unifarco – possiede un rivestimento esterno realizzato utilizzando gli abeti divelti durante il disastro del novembre 2018 causato nel bellunese dalla tempesta Vaia». Ciò recuperando «120 metri cubi di materiale: un’azione che, oltre ad un contenuto altamente simbolico, offre la dimostrazione pratica dell’attenzione da parte dell’azienda alla salvaguardia del territorio». In tal senso «Unifarco è la prima azienda della Provincia di Belluno ad avere riutilizzato in campo edilizio il legname di Vaia», recuperato in seguito alla tempesta occorsa nel 2018 che ha causato la distruzione di 20.000 ettari di superficie in Trentino, per un volume complessivo di oltre 4 milioni di metri cubi di bosco, a cui si sono aggiunti circa altri 4 milioni di metri cubi abbattuti in seguito ai danni riportati.

Slaviero (Ad): «Orgogliosi della nuova palazzina»

«Siamo orgogliosi della nostra nuova palazzina – commenta Massimo Slaviero, amministratore delegato Unifarco – che simboleggia pienamente il Dna di Unifarco: ricerca, attraverso l’uso degli impianti più moderni presenti sul mercato, attaccamento alle nostre origini e al territorio, grazie all’utilizzo degli abeti post Vaia, per non farci mai dimenticare chi siamo e da dove veniamo, e sicurezza per consentire ai nostri dipendenti – conclude Slaviero – di lavorare in un ambiente salubre e piacevole».

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.