«A partire dal 1 giugno, la Tessera Sanitaria potrà essere emessa nella versione Ts-Cns (Carta nazionale dei servizi) che comprende il microchip o in alternativa nella versione Ts semplice senza il componente elettronico. In entrambi i casi le Tessere di nuova emissione, le emissioni per scadenza e i duplicati continueranno ad avere sul retro del tesserino plastificato la Team – Tessera europea di assicurazione di malattia». È quanto ha fatto sapere il ministero dell’Economia e delle Finanze, il quale ha reso noto che «questa importante novità per il cittadino, è stata introdotta per far fronte alla possibile carenza di materiali per la produzione dei microchip, dovuta alla grave crisi internazionale». Nel dettaglio «la modifica normativa che prevede questa possibilità nella produzione delle tessere è stata prevista dal Decreto del ministero dell’Economia e delle finanze emanato di concerto con il ministero della Salute e con il ministero per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale – Dipartimento per la trasformazione digitale, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 9 giugno 2022».

[Se vuoi ricevere tutte le novità iscriviti gratis alla newsletter di FarmaciaVirtuale.it. Arriva nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Apri questo link]

Utilizzo anche con validità già scaduta

Quanto alle nuove tessere emesse senza la componente Carta Nazionale dei Servizi «sarà possibile utilizzare fino al 31 dicembre 2023 la propria Ts-Cns con microchip anche se riporta sul fronte una data di validità già scaduta. Questo è stato reso possibile per continuare a permettere ai cittadini di poter usufruire dei servizi digitali della Pubblica Amministrazione per i quali è previsto l’accesso tramite questa funzione sui portali istituzionali. Per l’aggiornamento del software di gestione della componente Cns secondo la nuova scadenza, gli utenti potranno trovare indicazioni all’interno del portale del Sistema Tessera Sanitaria (www.sistemaTs.it)». Nello specifico «la proroga è limitata alle sole funzionalità della componente Cns e non della Team riportata sul retro della Ts-Cns».

Modalità di emissione

Le modalità di emissione restano le medesime. In proposito, il dicastero puntualizza che «la Tessera Sanitaria, come di consueto, continuerà ad essere rilasciata gratuitamente a tutti gli assistiti del Servizio sanitario nazionale (Ssn) dal ministero dell’Economia e delle Finanze in accordo con il ministero della Salute, con invio automatico, due mesi circa prima della scadenza, all’indirizzo del domicilio fiscale dell’assistito presente in Anagrafe Tributaria, che coincide, di norma, con la residenza ed è aggiornato dal Comune di residenza dell’assistito tramite l’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Cns)». Un’ultima nota riguarda le modalità di emissione «in caso di furto, smarrimento e deterioramento della tessera»: è possibile ottenere una copia digitale in formato PdF della Tessera, scaricabile online sul sito www.sistemaTs.it, nell’attesa della sua spedizione via posta.

© Riproduzione riservata

Non perdere gli aggiornamenti sul mondo della farmacia

Riceverai le novità sui principali fatti di attualità.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo mai il tuo indirizzo email con terzi.